Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Legge di Stabilità e politiche ambientali: le novità per il 2014

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Legge di Stabilità e politiche ambientali: le novità per il 2014

Ecobonus, stanziamenti per gli interventi di messa in sicurezza del territorio e gestione dei rifiuti e della risorsa idrica: le priorità “green” della manovra finanziaria

La manovra finanziaria per il 2014 è legge, dopo l’approvazione in via definitiva del Senato arrivata lunedì 23 dicembre. La Legge di Stabilità prevede misure in vari settori dell’economia. Per quanto riguarda l’ambiente gli interventi più significativi riguardano la proroga delle detrazioni 2014 relative all’Ecobonus e il bonus mobili; gli stanziamenti per interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico, bonifiche e gestione dei rifiuti.

 

DETRAZIONI 2014

La Legge di Stabilità proroga per tutto il 2014 le agevolazioni per interventi di riqualificazione energetica degli edifici e di ristrutturazione, congelando di fatto le attuali aliquote rispettivamente del 65% e 50% sull’imponibile Irpef e Ires.

Leggi anche "Ecobonus 2014, cosa e quanto si può detrarre"

 

BONUS MOBILI

Fino al 31 dicembre 2014 sarà possibile usufruire di un bonus del 50% sulla spesa per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici in classe A e A+, solo però se collegati agli interventi di ristrutturazione della casa.

 

DISSESTO IDROGEOLOGICO

Alle misure di riduzione del rischio, tutela e recupero degli ecosistemi e della biodiversità vanno le risorse esistenti sulle contabilità speciali relative al dissesto idrogeologico fino a 600 milioni di euro, più 804,4 milioni di risorse dalle delibere CIPE n. 6/2012 e n. 8/2012 del 20 gennaio 2012.

 

RISORSA IDRICA

Istituito presso il ministero dell’Ambiente un Fondo per la gestione della risorsa idrica dotato di 90 milioni di euro dal 2014 al 2016. Scopo principale del fondo è la depurazione delle acque reflue urbane.

 

DISCARICHE ABUSIVE

Un altro fondo complessivo di 60 milioni di euro per il biennio 2014-2015 è destinato a un piano straordinario di bonifica delle discariche abusive.

 

AREE MARINE PROTETTE

Finanziata la spesa di 1,5 milioni di euro per il biennio 2014-2015 per l’istituzione delle aree marine protette delle zone di Grotte di Ripalta-Torre Calderina e di Capo Milazzo.