Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Le 7 serie tv per chiudere l’estate in bellezza

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Le 7 serie tv per chiudere l’estate in bellezza

Dalle ultime in uscita come The preacher e Stranger Things ai cult del calibro di Una mamma per amica e Twin Peaks. Ecco cosa dovreste assolutamente vedere

Con l’estate agli sgoccioli si fa sempre più forte la consapevolezza che, ahinoi, l’estate sta finendo. Nonostante questo non siamo ancora pronti per riprendere la triste routine quotidiana. Per riprendere gradualmente il ritmo e aiutarci a sentire meno la nostalgia delle calde giornate in riva al mare, per fortuna abbiamo dei fidati alleati: le serie tv. Quelle per fortuna non vanno mai in vacanza. Dalle nuove uscite ai cult che hanno fatto la storia delle saghe televisive, ecco le sette serie tv che dovreste vedere per chiudere l’estate in bellezza e prepararvi a un settembre carico di novità. Parola di serie-addicted!

 

THE PREACHER, IL PRETE (BLASFEMO) CHE VI CONQUISTERÀ

Un prete ex criminale posseduto da un angelo, la sua ex folle fidanzata dal grilletto facile e un vampiro irlandese amante della bottiglia in un viaggio nel Texas alla ricerca di Dio. Non serve altro, già questo dovrebbe bastare per convincere a guardare The preacher, la nuova serie del canale AMC in onda dal 22 maggio, adattamento dell’omonima serie a fumetti di Garth Ennis e Steve Dillon degli anni ’90.

Dieci episodi di scene splatter, battute sacrileghe e irriverenti e personaggi grotteschi (come Facciadiculo, un ragazzino dal viso sfigurato). I colpi di scena non mancano ma ciò che resta immutato è il tono: sempre ironico. Resistere al fascino del reverendo Jesse Custer (interpretato dall’attore britannico Dominic Cooper, il cattivo di Dracula Untold e l’Howard Stark di Capitain America) sarà impossibile.

Preacher.jpg

STRANGER THINGS, IL RITORNO DI WINONA RIDER

Anni ‘80, una piccola cittadina dell’Indiana immersa nei boschi a pochi chilometri da un centro di ricerca segreto del Governo americano. Un bambino scompare, misteriosamente. Polizia, parenti e amici lo cercano ma qualcosa di strano sta succedendo e stravolgerà le vite di tutti. Stranger Things, la nuova serie di Netflix disponibile dal 15 luglio, sembra scritta da Stephen King e diretta da Spielberg per la suspense e i risvolti noir.

Per non parlare dei continui richiami alla cultura degli anni 80: dalla colonna sonora (“Should i stay or should i go” dei Clash vi dice niente?) alla pedalata in bicicletta che ricorda quella di ET, fino agli storici giochi di ruolo dell’epoca (la serie si apre con i piccoli protagonisti riuniti dentro uno scantinato e intenti a giocare a “Dungeons and Dragons”). E se tutto questo non bastasse a tenervi incollati allo schermo, sicuramente lo farà sapere che la mamma del bambino scomparso è interpretata da Winona Ryder che non si fermerà di fronte a nulla pur di trovare il figlio.

 

z20397897Q-Stranger-Things-.jpg

 

NARCOS, IL NARCOTRAFFICO TRA REALTÀ E FINZIONE

Per il due settembre non prendete impegni: inizia la seconda stagione di Narcos, la serie tv dedicata all’ascesa di quello che poi è diventato il re del narcotraffico Pablo Escobar. Se però vi siete persi la prima stagione avete ancora qualche giorno per recuperare. Anche se non amate il genere, di motivi per vedere Narcos ce ne sono tanti. Prima di tutto la verosimiglianza delle scene con la realtà grazie alla presenza di filmati storici originali presenti in quasi tutte le puntate. Dall’ascesa dei capi politici americani e colombiani, ai rapimenti e alle uccisioni di agenti della DEA, ogni capitolo è caratterizzato da foto e video originali che permettono al telefilm di risultare non solo un programma di intrattenimento ma anche di storia e attualità.

A rendere tutto ancora più vero e credibile, poi, la scelta dei creatori (Chris Brancato, Carlo Bernard e Doug Miro) di mantenere alcuni dialoghi in spagnolo. In più oltre all’ambientazione, la colonna sonora e la scelta di due punti di vista per la narrazione, Narcos è una serie che va vista anche solo per la qualità dell’interpretazione. Quella di Wagner Moura ad esempio, nei panni del protagonista. Minaccioso e carismatico allo stesso tempo, l’attore brasiliano ha ricevuto la nomina per il Golden Globe come migliore attore protagonista in una serie tv drammatica, soffiato poi da Kevin Spacey per House of Cards.

 

pablo.jpg

 

UNA MAMMA PER AMICA, LE RAGAZZE GILMORE SONO TORNATE

Dopo anni di attesa, il conto alla rovescia è finito: le ragazze Gilmore stanno tornando(entro la fine dell’anno). In attesa del revival di quattro episodi “A year in the life”, per rinfrescarvi la memoria, Netfix ha reso disponibile a partire da luglio tutte le venticinque puntate delle passate sette stagioni di Una mamma per amica. Se in questi anni di assenza avete sentito la mancanza della parlantina di mamma Lorelay, la timidezza di Rory, la sagacia di nonno Richard e la deliziosa puzza sotto al naso di nonna Emily, gli amici, gli amori, i litigi, la piattaforma per telefilm addicted vi fa un bel regalo e vi (ri)apre le porte dell’amabile cittadina di Stars Hollow.

 

gilmore-girls-cast_jpg_1003x0_crop_q85.jpg

 

TWIN PEAKS, LA SERIE CULT PER ECCELLENZA

Chi ha ucciso Laura Palmer? Per chi sente ripetere questa domanda da venticinque anni e non ha ancora dato una risposta o per chi la risposta la sa già e la ricorda con nostalgia e commozione, il canale televisivo Showtime si è espresso: produrrà una nuova stagione (la terza) de “I segreti di Twin Peaks”, attesa per il 2017.

La serie cult degli anni 90, diretta da David Lynch, ha segnato intere generazioni per la suspense, le atmosfere oniriche e l’originalità della storia. Per chi non la conoscesse, le prime due stagioni ruotano attorno all’omicidio, inspiegabile, di Laura Palmer, una ragazza bella, popolare e benestante, trovata morta avvolta in un sacco di plastica vicino al lago della cittadina che da il nome alla serie, al confine tra Stati Uniti e Canada. Da qui è tutto un susseguirsi di intrecci, angoscia, personaggi stravaganti (come dimenticare la signora Ceppo) e … un finale incredibile che ha lasciato tutti senza parole. Che poi, visto che tra un po’ uscirà una nuova stagione, tanto finale non era. Allora in attesa di nuove indagini, bentornati a Twin Peaks.

 

0cc8ac265081452467b913973cf4a53a57872b65.png

SHAMELESS, IL DRAMA FAMILY PER ECCELLENZA

Una madre bipolare, un padre tossicodipendente, un figlio gay, uno teppista, un altro di colore, una figlia ragazza madre e tanti debiti. Tutto sulle spalle di Fiona, la figlia maggiore divisa tra i guai della pazza famiglia Gallagher e le sue disastrose relazioni amorose. Shameless è una serie letteralmente senza vergogna, tragicomica per eccellenza. Perché dovreste vederla? Perché è qualcosa di completamente diverso da tutto ciò che avete potuto vedere fino ad ora.

È terribilmente realistica, finalmente si parla di quella larga fetta della popolazione povera a tal punto che papà Frank fa credere al figlio Carl di avere un cancro per convincerlo ad andare in vacanza con un’associazione di volontari. Ovviamente a spese loro. È anticonformista e un-politically correct in tutto: dalle storie di droga e di violenza, tipiche dei sobborghi americani, al linguaggio volgare e senza filtri. Ma per quanto pazza e problematica è pur sempre una famiglia e, guardando le sei stagioni, vi sentirete parte di essa anche voi. A fine ottobre poi arriva anche la settima stagione: non fatevi trovare impreparati.

 

141230-news-mag-shameless.jpg

 

GAME OF THRONES, L’INVERNO STA ARRIVANDO

In questo caso di presentazioni non ne servono: il Trono di Spade è la serie tv migliore degli ultimi tempi. Su che base lo diciamo? Prima di tutto i dodici Emmy Awards vinti nel 2015 e le ventitré nomination ricevute nel 2016, in attesa della cerimonia di premiazione che si terrà il prossimo 18 settembre. Per non parlare degli ascolti, delle pagine fan sui social network da milioni di iscritti, delle aziende che hanno visto impennare i loro profitti da quando hanno incluso il brand Game of Thrones nelle loro strategie di marketing. Insomma un successo totale.

E ora dopo i colpi di scena della sesta stagione da poco conclusa, morti che resuscitano, madri che uccidono i figli, figli illegittimi che si scoprono eredi al trono e regine in groppa a un drago in viaggio verso il potere, tutti attendono con ansia la settima stagione, annunciata per l’estate 2017. Se non l’avete mai vista, se volete rinfrescarvi la memoria o semplicemente non riuscite a vivere senza, avete tutto il tempo per rivedere le vecchie puntate.

 

c9lzmv4d3mgzpnyntz7s.jpg