Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il ride sharing è rosa: le donne scelgono la mobilità sostenibile

  1. Home
  2. Life
  3. Il ride sharing è rosa: le donne scelgono la mobilità sostenibile

Pubblicati i dati di BlaBlaCar: il 42% degli iscritti al sito appartiene al gentil sesso. Risparmio nelle spese e tutela dell’ambiente tra i motivi principali

Il ride sharing  si tinge di rosa. Sono sempre più le donne che scelgono di condividere l’automobile per i propri spostamenti, per risparmiare e tutelare la salute dell’ambiente. Questa modalità di trasporto sostenibile piace molto al gentil sesso: lo confermano i dati, pubblicati come ogni anno in occasione dell’8 marzo, di BlaBlaCar, sito dedicato ai servizi di car pooling con più di sei milioni di iscritti e centinaia di destinazioni in tutta Europa. Soltanto in Italia le iscritte alla Community sono più di 3 milioni, circa il 42% del totale.

Un risultato importante che rende le donne regine indiscusse della mobilità dolce. Nel solo mese di gennaio 2014 le signore che hanno viaggiato condividendo la propria automobile hanno percorso in totale più di 41 milioni di chilometri, la stessa distanza che intercorre tra la Terra e la Luna. Il 40% di loro ha un’età compresa tra i 25 e i 35 anni, e addirittura il 30% è composto da giovanissime, tra i 18 e i 24 anni. Uno dei segreti dell’aumento del numero di signore che preferisce il ride sharing per i suoi spostamenti è di sicuro l’opzione “viaggio rosa” offerto da BlaBlaCar.

Si tratta di un servizio riservato ad autisti e passeggeri donna, in modo che possano tutte sentirsi più sicure e beneficiare dei vantaggi della condivisione dell’auto senza troppe paure. È anche possibile portare con sé bambini. Tuttavia, molte di loro, dopo essersi avvicinate al car pooling attraverso questo servizio sono disposte a muoversi anche con uomini. In questo si riduce il proprio impatto sull’ambiente e si risparmia sulle spese di gestione della vettura.

Il fenomeno è in espansione. Sempre secondo BlaBlaCar, nel 2013 in Italia il ride sharing è cresciuto del 247%, preferito per percorrere tratte intorno ai 285 chilometri. Le città in cui è più utilizzata la condivisione dell’automobile sono Milano e Roma. Tra queste due mete un passaggio in macchina può costare intorno ai 30 euro e chi mette a disposizione il proprio mezzo ha ridotto i consumi di circa il 75%. In tutto sono stati risparmiati 40 miliardi di tonnellate di Co2 e 56 miliardi di euro in benzina e pedaggio

 

@Idart87


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.