Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il global warming costa all’Europa 5 miliardi di euro ogni anno

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Il global warming costa all’Europa 5 miliardi di euro ogni anno

I danni economici delle emissioni atmosferiche e le conseguenze dei disastri ambientali sul Pil: i dati del ClimateCost project dell’Ue

I cambiamenti climatici e i danni all’economia causati da siccità e inondazioni costeranno all’Europa fino al 4% del Prodotto interno lordo entro il 2100. I dati sono del ClimateCost project, un grande progetto di ricerca finanziato dall’Unione europea nell’ambito del Settimo Programma quadro per studiare gli effetti del riscaldamento globale sull’economia degli Stati membri.

Il quadro delineato dagli analisti è preoccupante: entro il 2050 circa 345 mila persone in Europa ogni anno saranno colpite da inondazioni e tornado; ci si aspetta un numero più che raddoppiato nella seconda metà del secolo.  Particolarmente a rischio le economie delle aree costiere del continente, che si troveranno a fronteggiare un sensibile innalzamento del livello del mare dovuto all’erosione della calotta artica, specie di quella occidentale e della Groenlandia.

Negli ultimi dieci anni l’Europa ha già speso 5 miliardi di euro l’anno per tamponare gli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici. Il prezzo di mancate politiche di tutela ambientale rischia però di essere molto più alto, la cifra stimata sfiora i 20 miliardi di euro annui entro il 2030.

Responsabile principale dell’inquinamento atmosferico rimane la CO2: le emissioni di gas serra continuano a rappresentare la maggiore emergenza a livello sovranazionale e la necessità di virare verso un sistema economico a basso impatto ambientale rimane l’unica chiave per uscire da questa empasse. Notevole sarebbe anche il vantaggio economico: secondo i ricercatori del ClimateCost project si potrebbero risparmiare fino a 99 miliardi di euro l’anno, tra vantaggi economici e minori spese. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.