Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Acqua che spettacolo! 7 posti incredibili - VIDEO

  1. Home
  2. Life
  3. Acqua che spettacolo! 7 posti incredibili - VIDEO

Cascate da brivido, geyser impetuosi e sorgenti coloratissime. Se la natura si gode l’estate, chi ha più bisogno dei parchi acquatici?

Estate significa soprattutto potersi bagnare dalla testa ai piedi ogni volta che si vuole. A chi non piace un bel tuffo in piscina, una bella battaglia a gavettoni o una giornata in uno di quegli avveniristi parchi acquatici che vanno ormai tanto di moda?

Ma anche la natura si è sempre divertita a giocare con l’acqua e noi vi suggeriamo alcuni posti in cui lo fa in maniera davvero spettacolare.

 

La spiaggia di La Push (USA, Stato di Washington)

Le sue onde da brivido sembrano dei cavalloni impazziti ed è meta gettonatissima per i surfisti di tutto il mondo. Da qualche anno, però, la spiaggia di La Push  è divenuta una meta attraente anche per i fan di Twilight, ciclo di romanzi e saga cinematografica dedicata a vampiri bellocci e licantropi palestrati.

 

Il Grand Prismatic Spring (Parco naturale di Yellowstone)

Il Parco nazionale di Yellowstone sorge su un’area vulcanica di circa 9mila km quadrati ed è ricchissimo di spettacoli naturali mozzafiato. Tra questi forse il più sorprendete è il cosiddetto Grand Prismatic Spring, una sorgente termale che durante l’anno si colora di tonalità psichedeliche. Questi colori apparentemente innaturali sono dovuti ai pigmenti prodotti dai batteri che vivono nelle sue acque che possono raggiungere anche i 70 gradi.

 

Il Pozzo di Thor (Oregon)

Detto anche “cancello dell’inferno”, il Pozzo di Thor è probabilmente un’antica grotta marina crollata che ora ha l’aspetto di un vero e proprio cratere aperto nell’Oceano Pacifico. Quando si alza la marea e il mare è mosso, può risucchiare tonnellate di acqua e “sputarle” in aria a circa 6 metri di altezza.  Non si sa con precisione quando sia profondo ma, con buona pace dei più romantici, gli esperti dicono non più di 7 metri.

 

La cascata di Skógafoss (Islanda)

Alta 60 metri e larga 25, è considerata una delle cascate più fotogeniche del mondo, per la facilità con cui il sole forma con le sue acque di caduta meravigliosi arcobaleni. Se ne può godere la trascendente bellezza risalendo uno ad uno i 700 scalini che le si inerpicano accanto.

 

Il geyser di Strokkur (Islanda)

Lo spettacolare geyser islandese erutta regolarmente ogni 4-8 minuti e spara acqua ad altissime temperature ad oltre 20 metri di altezza. Per gli amanti dei giochi d’acqua è quindi una meta sicura.

 

I dodici apostoli (Australia)

Se non si diverte a eruttare dalla terra o a tuffarsi da gradi altezza, l’acqua si dedica all’arte, erodendo la roccia in forme da far impallidire i nostri più grandi scultori. Come nel caso dei cosiddetti Dodici apostoli, in Australia, dove il mare ha eroso per milioni di anni  la pietra calcarea creando un gruppo di faraglioni (che in realtà sono 8) alti fino a 50 metri.

 

Le sorgenti di Pamukkale (Turchia)

In turco, Pamukkale  significa "castello di cotone" ed è una zona termale che si estende su un’area di 2700 km quadrati. Le sue acque sono sature di ioni di calcio e anidride carbonica. Sgorgando, si raffreddano rapidamente e precipitano, formando le tipiche strutture di calcare e travertino che danno il nome al lungo. Il castello di cotone, conosciuto anche come “cascate di ghiaccio” si eleva per circa 160 metri di altezza.