Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Pmi cooperative: dal Mise 9 milioni di euro con la “nuova Marcora”

  1. Home
  2. What's next
  3. Pmi cooperative: dal Mise 9 milioni di euro con la “nuova Marcora”

Si tratta di un regime di aiuti che potranno coprire fino al 100% dell’importo del piano di investimento delle imprese. Domande a partire dal 20 luglio

Si avvicina la scadenza le imprese cooperative di piccole e media dimensione per richiedere i finanziamenti destinati alla loro crescita. Si tratta di un plafond di 9,8 milioni di euro, previsto dalla cosiddetta “nuova Marcora” e concesso dal Ministero dello Sviluppo economico alle società partecipate dallo stesso Mise, Soficoop e CFI Scpa. I soggetti interessati potranno inviare la domanda per accedere al regime di aiuti a partire dal prossimo 20 luglio, così come stabilito dal decreto ministeriale del 4 dicembre 2014 e dal quello direttoriale del 16 aprile 2015.

 

AIUTI SOTTO FORMA DI PRESTITI DALLA DURATA DI 10 ANNI

In particolare, i finanziamenti sono rilasciati per sostenere la nascita sul territorio nazionale di cooperative costituite da lavoratori proveniente da aziende in crisi, cooperative sociali o che gestiscono a loro volta imprese confiscate alla mafia, ma anche per lo sviluppo e la crescita delle cooperative dell’Italia meridionale. Gli aiuti consistono in prestiti dalla durata massima di 10 anni, con un tasso di interesse pari al 20% di quello comunitario di riferimento. L’importo non potrà essere superiore a quattro volte il valore della partecipazione detenuta dalla società finanziaria per un massimo di un milione di euro.

 

Leggi anche: Imprese: accesso al credito agevolato con InnovFin

DOMANDE ALLE SOCIETÀ FINANZIARIE A PARTIRE DAL 20 LUGLIO 2015

I pagamenti saranno effettuati in rate semestrali, con scadenza il 21 maggio e il 30 novembre di ogni anno. Per accedere agli incentivi le cooperative interessate dovranno presentare insieme alla domanda anche il piano di investimento e una dichiarazione del legale. Tutta la documentazione va presentata alle Società finanziarie a partire dal 20 luglio 2015, via posta elettronica (tramite indirizzo PEC), ai seguenti indirizzi: CFI – Cooperazione Finanza Impresa Scpa, PEC cfi@pec.it e SOFICOOP sc, PEC soficoop@pec.soficoop.it.

Spetterà poi a queste ultime completare l’istruttoria, entro 90 giorni dalla presentazione delle domande di finanziamento, che si ricorda potranno coprire fino al 100% dell’importo del piano di investimento presentato dall’impresa, e trasmetterla infine al Mise. Una volta che il Ministero ha confermato la disponibilità delle risorse necessarie alla concessione degli aiuti, la Società finanziaria entro 120 giorni dalla ricezione della comunicazione procede alla stipula del relativo contratto di finanziamento.