Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Patent Box, l’agevolazione fiscale è un successo tra le Pmi

  1. Home
  2. What's next
  3. Patent Box, l’agevolazione fiscale è un successo tra le Pmi

I dati dell’Agenzia delle Entrate: 4.500 adesioni, di cui circa il 90% da piccole e medie imprese. Picco in Lombardia e Veneto

Il Patent Box si sta rivelando un vero e proprio successo tra le Pmi. L’agevolazione fiscale sulle opere dell’ingegno ha registrato più di 4.500 adesioni, di cui oltre 4.000 da piccole e medie imprese, con fatturato compreso tra 10 e 50 milioni di euro.

I dati sono stati forniti durante una tavola rotonda organizzata dall’Agenzia delle Entrate, con rappresentanti di Confindustria,  ABI e esperti del settore. A risultare inaspettato, è stato sottolineato nel corso del convegno, è stato sia il numero delle adesioni, che l’alta partecipazione delle Pmi.

La ripartizione geografica vede un picco massimo in Lombardia 1.240, seguita da Veneto 706, Emilia Romagna 636, Piemonte 378 e Toscana 367. L’agevolazione, insomma, è stata sfruttata soprattutto al Nord, mentre le aziende del Sud sono rimaste indietro.

CHE COS’È IL PATENT BOX

Il Patent Box, introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 e recentemente semplificato in quella del 2016, è un regime agevolato che comporta la parziale detassazione del reddito derivante dall’uso di marchi, brevetti e altri beni immateriali. Possono esercitare l’opzione i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dal tipo di contabilità adottata e dal titolo giuridico in virtù del quale avviene l’utilizzo dei beni.

L’opzione deve essere esercitata nella dichiarazione dei redditi relativa al primo periodo d’imposta per il quale si intende optare per la stessa, è valida per cinque periodi di imposta, è rinnovabile ma irrevocabile.

Fino a questo momento, in Italia, il 36% delle richieste ha riguardato marchi, il 22% il “know how” giuridicamente tutelabile, il 18% brevetti, il 14% disegni e modelli, il 10% software.

PATENT BOX, COME RICHIEDERLO

Per richiedere il Patent Box basta collegarsi alla pagina dedicata sul sito dell’Agenzia dell’Entrate e seguire le istruzioni.