Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Mobili made in Italy, da gennaio a marzo esportazioni +3%

  1. Home
  2. What's next
  3. Mobili made in Italy, da gennaio a marzo esportazioni +3%

Nel primo trimestre del 2014 l’export del design d’arredo italiano ha superato i 2 miliardi di euro. I mercati più attivi: Francia, Germania e Regno Unito

L’arredamento italiano continua ad andare bene sui mercati esteri e nel primo trimestre del 2014 il valore delle esportazioni ha superato quota 2 miliardi di euro, pari al 3% in più rispetto allo stesso periodo del 2013. A dirlo è un’elaborazione delle Camere di Commercio di Milano e Monza-Brianza su dati Istat: mobili e accessori made in Italy sono la prima scelta per gli acquirenti europei - Germania, Inghilterra e Francia in testa - ma anche per russi, sauditi, giapponesi, coreani e nordamericani.

Il primato dell’export italiano vede in testa le province di Treviso, Monza-Brianza e Pordenone, con rispettivamente 348, 173 e 146 milioni di euro di beni portati all’estero. Como e Milano le province che più hanno aumentato il valore delle esportazioni: +14% la prima e +10% la seconda. In generale la Lombardia con oltre mezzo miliardo di euro rappresenta il 27% del totale italiano.

Per quanto riguarda la mappa del design made in Italy nel mondo, i francesi sono i principali importatori di mobili per ufficio e negozi e per la cucina, sedie, divani e poltrone; in Germania va più di un quinto dei materassi di fabbricazione italiana e delle componenti accessorie. La Russia è il quarto mercato di mobili italiani e nei primi 3 mesi del 2014 ha importato circa il 7% del totale dei beni, per un valore complessivo di circa 140 milioni di euro.

 

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.