Sorgenia
cerca
Accedi accedi

La sostenibilità va in scena con il teatro più green d’Italia

  1. Home
  2. My generation
  3. La sostenibilità va in scena con il teatro più green d’Italia

L’associazione Creati-vita, in Abruzzo, sensibilizza grandi e piccoli al rispetto dell’ambiente e il riciclo attraverso spettacoli in rima e uno spazio a impatto zero

“Il compito del teatro è ricreare la gente”, scriveva Bertolt Brecht all’inizio del Novecento. Nulla di più vero, ma c’è anche chi, quasi un secolo dopo, ha deciso di utilizzare l’arte scenica per educare il pubblico di grandi e piccoli al rispetto dell’ambiente e delle sue bellezze. Così anche lo spettacolo, tra risate, improvvisazioni e maschere, può diventare green. Con questo obiettivo è nata qualche mese fa l’associazione Creati-vita: a Vasto, in provincia di Chieti, in Abruzzo, ci si diverte all’insegna della sostenibilità e del risparmio di energia e materie prime.

“Io e mia moglie lavoravamo in questo settore  da anni– ha raccontato ad Energie Sensibili Luigi Cilli, fondatore di Creati-vita -. In passato abbiamo recitato per una serie di teatri stabili ma con la grave crisi economica che si è abbattuta sull’Italia abbiamo sentito l’esigenza di inventarci qualcosa di diverso per poter arrivare a fine mese senza essere in continua attesa che il telefono squillasse per guadagnare qualche soldo. Così, abbiamo unito le nostre forze e dato vita all’associazione. Ma questo era solo l’inizio: abbiamo poi dovuto cercare un posto che ci accogliesse e diventasse il nostro laboratorio teatrale. Da Bologna ci siamo trasferiti in Abruzzo, dove la concorrenza tra le compagnie è meno spietata: da allora sono passati 3 mesi e i sacrifici fatti stano dando i primi frutti”.

La realizzazione del teatro è stata portata avanti a colpi di riciclo ed utilizzo di materiali non più utili: il parquet arriva, ad esempio, dagli scarti di una bottega artigiana; per l’insonorizzazione dell’ambiente è stato impiegato il polistirolo e, al posto del tossico poliestere, sono stati recuperati da una fattoria i cartoni delle uova usati. Ancora, le tende sono ottenute da vecchie lenzuola bianche, sostenuti da tubi per il gas ridipinti. Per l’illuminazione, sono stati scelti faretti alogeni per ridurre gli sprechi di energia, mentre per l’amplificazione sono state usate casse di computer attaccate alle pareti.

“Sia io che mia moglie siamo sempre stati a favore del rispetto della nostra Madre Terra – ha continuato Luigi – e abbiamo cercato di trasferire il nostro entusiasmo in questo progetto. Per noi l’ambiente è importante e bisogna tutelarlo contro le continue minacce di implosione che arrivano dall’uomo. In natura c’è tutto, basta saper usare tutte queste risorse nel modo giusto. Noi vogliamo, attraverso l’associazione, insegnare agli altri a fare ciò, perché il teatro ci dà la possibilità di divulgare in maniera più diretta ed immediata”.

Tra i progetti inaugurati da Creati-vita il Sep, acronimo per “Solo Energia Pulita”. Destinatari sono gli alunni delle scuole elementari e medie della Regione. “Vogliamo educare i più piccoli alle tre “R” su cui si basa la nostra filosofia di vita – ha concluso Luigi -: riciclo, rispetto e risparmio energetico. Così, attraverso uno spettacolo, tutto in rima, creato da noi vogliamo sensibilizzare il giovane pubblico su come utilizzare l’energia pulita, che non inquina e ci fa vivere meglio”.