Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Innovazione e made in Italy: 13 startup italiane a Wall Street

  1. Home
  2. What's next
  3. Innovazione e made in Italy: 13 startup italiane a Wall Street

Efficienza energetica, ingegneria biomedica, telecomunicazioni: ecco le imprese che dal 26 febbraio al 3 marzo si presenteranno a investitori e business angel della Borsa di New York

Debuttano oggi a Wall Street 13 eccellenze della tecnologia made in Italy. Sono le aziende italiane che fanno parte di ItaliaCamp, l’associazione per l’innovazione sociale che dal 26 febbraio al 3 marzo sarà negli Stati Uniti in occasione della conferenza internazionale BarCamp. Le startup operano in diversi settori, dalle telecomunicazioni a internet, dalla green & white economy alla life science: per loro, direttamente nella sede della Borsa americana, l’occasione di illustrare la propria idea a un pubblico di potenziali investitori e business angel.

Dopo New York il BarCamp proseguirà a Washington D.C., dove sabato 1 marzo l’Ambasciata italiana ospiterà un workshop sull’innovazione tecnologica applicata all’energia. Lunedì 3 marzo evento finale al Dipartimento di Stato Americano.

Quattro le aziende che partecipano all’evento nella sezione green & cleantech. Tra loro anche i ragazzi di OffGrid Box e OSVehicle, che Energie Sensibili ha incontrato alla scorsa edizione della Maker Faire di Roma.

 

GREEN & CLEANTECH

    • OffGrid Box – La scatola delle energie pulite: grazie ai pannelli fotovoltaici sul tetto, a un sistema di raccolta e depurazione delle acque e per la produzione di idrogeno questo “box” di circa due metri quadrati è in grado di fornire energia elettrica e riscaldamento alla casa a cui è collegata. 
    • OSVehicle – Sono gli inventori di Tabby, l’auto elettrica che ordina online, arriva a domicilio in pochi scatoloni e si monta facilmente come un mobile dell’Ikea. Pensata per le esigenze dei Paesi più poveri del mondo, vuole abbattere le barriere d’ingresso al mercato dell’automobile.
    • CasaLife – La domotica applicata alla qualità dell’ambiente in casa e in ufficio. CasaLife è un sistema per il rilevamento degli agenti inquinanti all’interno di un edificio: dal gas radon all’inquinamento acustico ed elettromagnetico dovuto alle onde del wi-fi. 
    • i-EM – Il progetto di business offre soluzioni ICT complete per la gestione di generazione distribuita, efficienza energetica, sistemi di immagazzinamento e smart grid. 

 

LIFE SCIENCE

    • ExIM – Il progetto riguarda la creazione di un esoscheletro leggero, flessibile ed economico per aiutare le persone che hanno subito traumi spinali gravi.  
    • Abiel – Spinoff del Cnr e dell’Università di Palermo, questa startup è specializzata nella ricerca e nella produzione degli enzimi litici per la medicina rigenerativa e la terapia cellulare. 
    • Orange Fiber – Il progetto mira a ottenere tessuti sostenibili (cellulosa adatta alla filatura) partendo dagli scarti alimentari delle arance. 

 

INTERNET, SOFTWARE & BIG DATA

    • ClouDesire – Una piattaforma cloud per vendere e comprare software in modalità Saas (Software as a Service). 
    • HyperTV – La startup, nata a Roma nel 2011, punta a commercializzare un sistema per integrare gli schermi di tablet, smartphone e televisori e sincronizzarne i contenuti. 
    • Pick1 – E’ un sistema per raccogliere e studiare informazioni sul comportamento di un pubblico di potenziali acquirenti, e creare campagne pubblicitarie ad hoc. 

 

TELCO & HARDWARE

    • Athonet – La startup che promuove reti private di telecomunicazioni basate su tecnologie wireless.  
    • SEM Plus – La tecnologia del futuro applicata alle funzioni di smartphone e tablet: attraverso dei sensori è infatti possibile avviare diverse funzioni su un device a seconda del livello di pressione esercitata sullo schermo. 
    • Taggalo – Il progetto vuole sviluppare algoritmi intelligenti per studiare i dati di audience in tempo reale e monitorare il ritorno pubblicitario di un contenuto. 

 

 

 @fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.