Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Giovani e imprese: come lanciare una start up sostenibile e di successo

  1. Home
  2. What's next
  3. Giovani e imprese: come lanciare una start up sostenibile e di successo

Dopo commercio e ristorazione, l'agricoltura è il terzo settore scelto dai giovani che vogliono aprire un'impresa: i casi di Biorfarm e MiaGola Cafè

Chi l'ha detto che la tradizione è nemica dell'innovazione e del progresso? Sono sempre più numerose in Italia le aziende che utilizzano la tecnologia e i nuovi media per valorizzare settori economici da tempo trascurati. In prima linea ci sono agricoltura e agroalimentare, due pietre miliari del made in Italy: secondo gli ultimi dati Coldiretti, è questo il nuovo orizzonte per chi vuole aprire un'impresa in Italia.

Scegliere il settore primario e i prodotti tipici del patrimonio enogastronomico del Belpaese vuol dire, in qualche modo, recuperare tradizioni che rischiano di essere perdute. Interessante che a farlo siano soprattutto i giovani: nei primi nove mesi del 2013 proprio l'agricoltura è stata scelta da 4.200 under 35, la maggior parte laureati, per avviare una nuova attività.

Maestra Natura, TerraXChange e Biorfarm sono solo alcune delle start up italiane più interessanti in questo panorama, guidate da giovani che sono riusciti a coniugare progresso tecnologico e vecchie professioni, puntando anche sul risparmio energetico e sulla tutela delle risorse naturali.

Solo l’1,04% delle start up tecnologiche che ha chiuso un exit nel 2014 è stato quotato in borsa e farsi acquistare da Apple, Yahoo, Cisco, Google, Twitter rimane solo un sogno per tantissimi giovani startupper. Secondo esperti americani tra le chiavi di successo ci sono la capacità di fare network, di creare prodotti integrati e integrabili con altre tecnologie, avere una visione del mercato chiara e lungimirante. 

Aprire un'impresa sostenibile che coniughi innovazione e made in Italy è il focus di uno speciale di Energie Sensibili, che dedica un approfondimento particolare ai casi di Biorfarm a Rossano Calabro e MiaGola Cafè a Torino.

 

LEGGI LO SPECIALE DI ENERGIE SENSIBILI SU INNOVAZIONE, MADE IN ITALY E RESPONSABILITA' AMBIENTALE

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.