Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Forme e numeri della violenza

  1. Home
  2. Life
  3. Forme e numeri della violenza

La violenza di genere è un fenomeno diffuso e trasversale, riguarda donne di tutte le età, nazionalità, istruzione e condizione economica

I dati della FRA (European Union Agency for Fundamental Rigths) nel 2014 mettevano in evidenza che il 22% delle donne ha subito violenza fisica o sessuale e il 43% minacce fisiche o psicologiche, il 18% è stata vittima di stalking. Nel 73% dei casi, i figli hanno assistito alle violenze. 

L’aggressore più frequente è il partner e nella maggior parte dei casi le violenze sono ripetute

Secondo l’ultima indagine ISTAT, nei 5 anni presi in esame:

  • 2 milioni 435 mila donne hanno subito violenza fisica o sessuale (11,3% del totale)
  • 1 milione 517 mila donne hanno subito violenza fisica (7% del totale)
  • 1 milione 369 mila donne hanno subito violenze sessuali (6,4% del totale)
  • 246 mila donne hanno subito stupri o tentati stupri (1,2% del totale)

La violenza assistita in famiglia da parte di bambini/e e ragazzi/e, seppur riconosciuta come forma specifica di maltrattamento, è un fenomeno sottovalutato nelle dimensioni e nelle conseguenze: rappresenta la seconda forma più diffusa di maltrattamento all’infanzia ed è cresciuto, secondo le ultime rilevazioni, dal 60,3% al 65,2% (2015 CISMAI/Terres des Hommes).

i-numeri-della-violenza-sempre25novembre.png

Cos’è la violenza di genere

La "violenza contro le donne" è ogni atto di violenza fondata sul genere che provochi, o che possa provocare, un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, che avvenga nella vita pubblica o privata (ONU, Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne, Art. 1, 1993).

Include “tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata” (art. 3 legge 77/2013 che ratifica la Convenzione di Istanbul).

In questo articolo, ti aiutiamo a capire come risconoscere una relazione violenta e cosa fare se la subisci o come aiutare una persona che sai essere vittima di violenza.

La violenza ha tante forme

Violenza Fisica: percosse, spintoni, pugni e ogni altra azione che possa lasciare segni o lesioni, fino all’omicidio.

Violenza Sessuale: ogni forma di costrizione a rapporti o ad azioni sessuali non voluti dalla donna, o alla visione o produzione di materiale pornografico.

Violenza Psicologica: tutti quegli atteggiamenti che svalutano e umiliano la donna, attraverso continue manipolazioni verbali e non verbali.

Violenza Economica: ogni azione rivolta a controllare, limitare l’autonomia economica della donna.

Stalking: azioni persecutorie continuative, messe in atto dalla persona da cui la donna si è allontanata: pedinamenti, telefonate, invio di messaggi.

Violenza assistita: qualsiasi forma di violenza che subisce la madre in presenza di figli/e.

forme-della-violenza_sempre-25-novembre.png

Combattere la violenza  di genere e raggiungere l’uguaglianza

Combattere la violenza di genere significa anche lavorare nel solco di una rivoluzione culturale più generale che ribalti le prospettive di genere, nella direzione del quinto obiettivo dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, attraverso percorsi formativi e di sensibilizzazione, che non incidano solo sul fenomeno della violenza di genere ma in senso più allargato sulla radice culturale e sociale del problema, e cioè sulla disparità tra generi. 

Rete Nazionale Antiviolenza a sostegno delle donne vittime di violenza: numero unico di telefono 1522

Testi elaborati da La Grande Casa SCS Onlus e Rete antiviolenza