Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Finanziamenti alle imprese, nuove risorse per le Pmi toscane

  1. Home
  2. What's next
  3. Finanziamenti alle imprese, nuove risorse per le Pmi toscane

Dalla Regione un miliardo e mezzo di euro a sostegno delle attività di internazionalizzazione. Domande online entro il 31 maggio

Un milione e mezzo di euro a sostegno dell’internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese della Toscana. La Regione mette a disposizione le risorse per lo sviluppo a livello internazionale del settore manifatturiero e, per la prima volta, anche turistico. Nell'ambito del Programma Operativo Regionale (Por) 2014-2020, è stato pubblicato il bando “Incentivi all’acquisto si servizio a supporto dell’internazionalizzazione in favore delle Pmi” che offre appunto l'opportunità di ottenere finanziamenti alle imprese, anche sotto forma di voucher, a sostegno dell'export delle imprese toscane.

 

TURISMO E MANIFATTURIERO: LE ATTIVITA' DA FINANZIARE

Reti commerciali all'estero, attività promozionali, sedi espositive, fiere e attività di incoming rivolte a operatori esteri. Questi i principali progetti che potranno godere dei finanziamenti alle imprese della regione Toscana.

Il supporto economico consiste in un contributo a fondo perduto, anche nella forma di voucher, per un massimo del 50% del valore del progetto, con alcune differenze a seconda dell'attività e delle dimensioni dell'impresa.

La tabella seguente elenca gli importi finanziati per ogni attività supportata dal bando.


Cattura.PNG

(fonte Bando Regione Toscana Por Fesr 2014-2020 a sostegno dell’internazionalizzazione)

 

  

CHI PUO' RICHIEDERE IL FINANZIAMENTO

I contributi sono rivolti alle micro, piccole e medie imprese del territorio toscano, in forma singola o aggregata ( in questo caso almeno tre), a patto che svolgano una delle seguenti attività:

  • estrazione di minerali da cave e miniere

  • attività manifatturiere

  • fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

  • fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento

  • costruzioni

  • servizi di alloggio e ristorazione

  • trasporto e magazzinaggio

  • servizi di informazione e comunicazione

  • attività professionali, scientifiche e tecniche

  • noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

  • attività artisitiche, di intrattenimento e divertimento


SCADENZA E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

È necessario prima di tutto richiedere le chiavi di accesso alla piattaforma di sviluppo Toscana, soggetto gestore del bando. Dopodiché, con queste, si potrà compilare la domanda online, avendo cura di scegliere il bando a cui si vuole partecipare e inserire tutti i documenti necessari. Il più importante sicuramente, la descrizione nel dettaglio del progetto e delle modalità di realizzazione, firmate in digitale. Per ottenere i finanziamenti c'è tempo fino al 31 maggio.