Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus, proroga al 2016 per le detrazioni del 65%

  1. Home
  2. What's next
  3. Ecobonus, proroga al 2016 per le detrazioni del 65%

La nuova Legge di Stabilità ha allungato i tempi per ottenere le agevolazioni sulle riqualificazioni energetiche. Novità anche per le ristrutturazioni edilizie, i macchinari e gli agricoltori

Buone notizie in arrivo per tutti gli imprenditori. Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge recante disposizioni in materia di formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, prorogando fino al 31 dicembre 2016 la possibilità di ottenere la detrazione fiscale del 65% per le riqualificazioni energetiche degli edifici.

 

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Anche per tutto il 2016 la maxidetrazione resterà invariata, al 65%. Con la proroga di un anno si scongiurerà il rischio dello sbarramento al 36%, che sarebbe scattato a partire dal prossimo 1 gennaio. La riduzione della percentuale è rinviata al 2017.

Potranno continuare a usufruire della detrazione del 65% gli interventi per le opere di riqualificazione energetica globale, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, l'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, l'installazione di scaldacqua a pompa di calore per acqua calda sanitaria, l'acquisto e la posa in opera di schermature solari e di impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse combustibili. La detrazione si potrà far valere anche dall'Ires per gli immobili strumentali.

 

DETRAZIONI FISCALI AL 50%

L'estensione del provvedimento, inserito nella Legge di Stabilità 2016, riguarderà anche le detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie, con una ripartizione in 10 rate annuali per un tetto massimo di 96mila euro. I pagamenti dovranno essere effettuati con un bonifico bancario o postale che contenga la causale del versamento, il codice fiscale di chi beneficia della detrazione e dell'impresa, in quest'ultimo caso è sufficiente anche la partita Iva.

Gli interventi detraibili sono quelli per le manutenzioni straordinarie o superiori. I lavori ordinari sono ammessi solo se riguardano le parti comuni dei condomini.

 

MACCHINARI IMBULLONATI

Un altro provvedimento inserito nella nuova Legge di Stabilità consiste nella rendita catastale più leggera sui macchinari imbullonati. Le attrezzature e gli impianti funzionali al processo produttivo potranno essere esclusi dalla base imponibile fiscale a valere dal 1 gennaio 2016. La norma riguarda anche i fabbricati già accatastati, per i quali gli intestatari possono presentare atti di aggiornamento  a partire dall'inizio del nuovo anno.

 

COLTIVATORI DIRETTI

Con la nuova legge non mancano le novità per gli agricoltori. Sono stati introdotti tre importanti criteri di esenzione dalle tasse per i terreni agricoli. Non potranno essere oggetto dell'imposta quelli posseduti o condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, quelli situati nei comuni delle isole minori e quelli destinati a finalità agro e silvo pastorali in modalità immutabile, indivisibile e inusucapibile.