Sorgenia
cerca
Accedi accedi

"Così proviamo a rilanciare l'industria del videonoleggio" -VIDEO

  1. Home
  2. My generation
  3. "Così proviamo a rilanciare l'industria del videonoleggio" -VIDEO

Per #miaimpresa la storia di Carpe Diem, negozio di Roma che ha provato a rispondere alla crisi offrendo ai clienti un servizio in più

La crisi dell'industria dell’audiovisivo è iniziata in Italia nel 2010, con l’avvento del digitale terrestre e della TV on demand, oltre ai “danni collaterali” dovuti alla pirateria informativa.

Negli ultimi quattro anni nel nostro Paese hanno chiuso finora circa 2000 videonoleggi, e il trend non accenna a fermarsi.

Per il viaggio di #miaimpresa tra le aziende italiane, Energie Sensibili incontra lo staff di Carpe Diemvideonoleggio di un quartiere periferico di Roma, che resiste ancora alla crisi dando ai propri clienti qualcosa che la moderna tecnologia non è in  grado di offrire: un’autentica e “viva” passione per il cinema e le serie televisive.

“Siamo sopravvissuti alla concorrenza e poi al crollo delle grandi multinazionali del videonoleggio – ci spiega Valentino Terranova, fondatore e co-titolare di Carpe Diem – perché ci siamo trasformati in un sorta di ‘cine-club’, nutrendo un bacino di clienti appassionati che cresce di mese in mese”