Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Conto Termico, iscrizione ai Registri dal 3 giugno

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Conto Termico, iscrizione ai Registri dal 3 giugno

Il Gestore dei Servizi Energetici ha comunicato la data: enti pubblici e privati potranno richiedere l’iscrizione per gli incentivi fino al 1 agosto 2013

È partito il conto alla rovescia per l’iscrizione ai Registri previsti dal Conto Termico per pompe di calore e impianti a biomassa. Il Gestore dei servizi energetici (Gse) ha infatti comunicato che l’apertura degli elenchi è prevista per lunedì 3 giugno a partire dalle ore 09:00, per chiudersi improrogabilmente giovedì 1 agosto alle ore 21:00. La richiesta di iscrizione, a pena di esclusione, deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica, mediante l’applicazione informatica Portaltermico predisposta dall’ente, accessibile tutti i giorni del periodo di apertura, 24 ore su 24.

 

I registri in questione, così come previsto dal Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012 sul Conto Termico, regolano l’accesso agli incentivi concessi per gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con quelli a pompa di calore e degli impianti di serre e fabbricati rurali con sistemi alimentati da biomassa, realizzati sia dalle Pubbliche amministrazioni che da privati. La graduatoria finale seguirà, in ordine gerarchico, i criteri di priorità stabiliti dall’Allegato IV del Conto Termico. Tra questi, la minor potenza dei macchinari, l’anteriorità dell’autorizzazione e la precedenza della data di richiesta di iscrizione al Registro.

 

In totale, è prevista l’erogazione per questo tipo di interventi di 7 milioni di euro per quelli realizzati a livello pubblico e 23 milioni per quelli a carico di soggetti privati. Inoltre, per l’accesso ai meccanismi di incentivazione è necessario che tali azioni prevedano una potenza termica nominale complessiva – con riferimento al singolo edificio, unità immobiliare, fabbricato rurale o serra – maggiore di 500 kW ed inferiore o uguale a 1000 kW. Per tutte le altre tipologie di intervento, invece, è previsto un accesso diretto agli incentivi.