Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Cinquant'anni di Nutella: il made in Italy attento all'ambiente

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Cinquant'anni di Nutella: il made in Italy attento all'ambiente

Dal primo laboratorio ad Alba alla multinazionale da 8 miliardi di fatturato: il prodotto di punta della Ferrero festeggia mezzo secolo di attività

Cinquanta anni sono un traguardo importante, soprattutto se a compierli è Nutella. La crema spalmabile più famosa e utilizzata al mondo, il 18 maggio compie mezzo secolo nel segno del made in Italy e di un prodotto che ha travalicato gli steccati strettamente culinari, per diventare un fenomeno di costume e sociale.

 

DALLA PROVINCIA AL MONDO

La Nutella nasce nel maggio del '64, nel laboratorio di dolci che Pietro Ferrero aveva aperto ad Alba, provincia di Cuneo, nel '42 e prima di diventare la crema alle nocciole nel barattolo in vetro che conosciamo oggi ha subito varie trasformazioni nel tempo. Cambiamenti che accompagnano una parte di storia italiana, segnata da un'economia ancora povera nella quale le nocciole, prodotto tipico piemontese e poco costoso, erano pensate come sostitute del cioccolato. Nei cinquanta anni di attività di Nutella si consuma il passaggio dal laboratorio dolciario di provincia alla grande multinazionale di oggi, con un gruppo industriale da 8 miliardi di euro di fatturato, di cui 1,7 miliardi provengono solo da Nutella, il singolo prodotto leader della Ferrero. Ad Alba lo stabilimento (e sede legale) è ancora attivo: i prodotti Ferrero del mercato italiano vengono da lì e dalle sedi di Pozzuolo Martesana (provincia di Milano), Balvano (Potenza) e Sant'Angelo dei Lombardi (Avellino).  

 

I FESTEGGIAMENTI  

Per celebrare il 50esimo compleanno di Nutella, sono in programma una serie di eventi concentrati sabato 17 e domenica 18. Dal concerto gratuito in piazza del Plebiscito a Napoli con Mika, Almamegretta e Giuliano Palma alla giornata di festeggiamenti ad Alba con musica, spettacoli itineranti e ovviamente tanta Nutella. Si fa festa anche nel resto del mondo, dal Gorky Park di Mosca a Dubai, Parigi e Mosca.

 

COSCIENZA VERDE

Sia Ferrero che Nutella portano avanti una visione d'impresa improntata alla responsabilità ambientale e sociale. E' nei principi dell'azienda piemontese gestire i propri impianti attraverso l'uso efficace delle risorse naturali, dei macchinari e delle materie utilizzate, tutelare al meglio l'impatto ambientale e minimizzando sprechi e rifiuti.  Ferrero ha implementato il proprio Sistema di gestione ambientale in linea con le norme ISO 14001:2004, trasformandolo in un progetto di Certificazione di Gruppo attraverso cui ogni stabilimento si impegna a coniugare crescita e lavoro con il rispetto dell'ambiente e della sostenibilità. Ad esempio nel 2008 ha portato avanti la campagna  "Nutella salva la foresta" per fermare la coltivazione della palma da olio che danneggiava le foreste del Sud est asiatico. In una lettera all'associazione, Ferrero dichiarava di impegnarsi nel conseguimento di due obiettivi principali: lo sviluppo di sistemi di tracciabilità e certificazione dell'olio di palma e moratoria su ulteriori deforestazioni che la sua coltivazione provoca.

 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter