Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Caro-bolletta: come diminuire i consumi degli elettrodomestici in stand-by

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Caro-bolletta: come diminuire i consumi degli elettrodomestici in stand-by

Tv, forni e computer accesi, pur non utilizzati, continuano a sprecare energia. Spegnerli aiuta a risparmiare fino a 50 euro all’anno

Quante volte sarà capitato di addormentarvi con la televisione accesa, oppure di lasciare in funzione il microonde mentre andate al supermercato? Milioni. Un gesto inconsapevole che però  può pesare, anche molto, sulla bolletta energetica. Secondo Federconsumatori, il 24%  del consumo elettrico nazionale è determinato dall’illuminazione e dagli elettrodomestici, che risultano essere ancora meno efficienti se lasciati in stand-by.

 

Non utilizzare piccoli elettrodomestici, come tv, specialmente quelle al plasma, stereo, videoregistratori, computer e stampanti, pur tenendoli accesi, riduce in parte il consumo di energia ma non lo annulla. Per limitare gli sprechi, occorre staccare la presa. Il risparmio che ne deriva non è poco: basti pensare che 20 ore giornaliere di stand-by consumano circa 200 chilowattora all’anno, pari ad un costo di 33 euro. Una famiglia composta in media di 4 persone, disconnettendo dalla rete elettrica tutti gli apparecchi elettronici, può arrivare a pagare fino a 50 euro in meno in bolletta, per una riduzione dei consumi di energia pari all’8%.

 

Oltre a staccare la spina, esistono alcuni trucchi per diminuire ulteriormente il caro-bolletta dello stand-by, oltre a staccare la spina. Innanzitutto, basta comprare una ciabatta elettrica e collegarla agli elettrodomestici. In questo modo, è sufficiente accendere o spegnere l’interruttore della ciabatta per ottenere il risparmio desiderato.

 

Poi fate attenzione agli apparecchi apparentemente innocui come i videogames: secondo un mensile dei consumatori australiano, Playstation 3 e X-Box sia da spenti che da accesi assorbono la stessa quantità di energia, consumando fino a 5 volte di più di un frigorifero efficiente. In generale, è buona regola leggere con attenzione l’etichetta energetica prima di acquistare un elettrodomestico, preferendo quelli con consumi ridotti in stand-by, come quelli “Energy Star”.