Sorgenia
cerca
Accedi accedi

5 barriere coralline imperdibili, secondo il WWF

  1. Home
  2. Life
  3. 5 barriere coralline imperdibili, secondo il WWF

Le Coste del Mar Rosso e del Belize, le Maldive, il Triangolo dei Coralli e la Grande Barriera australiana. Ecco le meraviglie da vedere, anche fuori stagione

 

Da settembre in poi si possono ancora visitare luoghi di mare incantevoli. Per chi ama lo snorkeling, ovvero l’esplorazione del mondo subacqueo con il solo ausilio di maschera e pinne, tra le mete imperdibili ci sono quelle in cui lo stesso WWF ha individuato le più belle barriere coralline del mondo.

Quali sono le cinque barriere coralline visitabili più belle del mondo?

Le Coste del Mar Rosso: qui, partendo dalla classica località turistica di Sharm el-Sheikh, si possono ammirare meravigliose pareti a picco di coralli con molteplici forme e colori, appena al di sotto del pelo dell’acqua. 

Le Maldive: si tratta di un arcipelago composto da quasi 2mila isole coralline, che poggiano direttamente su basamenti di roccia calcarea.

Il Coral Triangle: ovvero il Triangolo dei Coralli, un’area di circa 6 milioni di chilometri quadrati, che si estende tra Indonesia, Malesia, Filippine, Papua Nuova Guinea, Timor Est e le Isole Salomone.

La Grande Barriera Corallina australiana: è la più grande estensione di corallo nel mondo e uno degli ecosistemi più antichi del pianeta. Questo spettacolo della natura è composto da oltre 2900 barriere coralline e da circa 900 isole, che si estendono per una lunghezza di 2.300 km e su una superficie di oltre 300mila km quadrati. L'ecosistema della Barriera australiana sta lentamente scomparendo a causa del cambiamento climatico, come ci ha spiegato il meteorologo Filippo Thiery in un'intervista

Le coste del Belize: con i suoi 290 km di lunghezza, questa barriera corallina è la più estesa dell’emisfero settentrionale, seconda al mondo solo dopo quella australiana. Una bella notizia è che, dopo decenni di intensa attività di regolamentazione, protezione e salvaguardia, la barriera corallina del Belize da circa un anno non è più nella lista dei siti naturalistici considerati in pericolo dall’UNESCO.