Sorgenia
cerca
Accedi accedi

#YourNextJob, il colloquio del futuro si gioca sul tablet

  1. Home
  2. Smart energy
  3. #YourNextJob, il colloquio del futuro si gioca sul tablet

60 talenti neolaureati in ingegneria, matematica ed economia si sono sfidati in 6 giochi diversi. Così Sorgenia seleziona giovani innovatori

Ansia da colloquio vecchio stile? Stanchi di convincere a parole, un futuro datore di lavoro, di essere davvero un genio nel problem solving e nel lavoro di squadra? Abbiamo scoperto che l’idea classica di selezione può e deve essere rimodellata. Basta mettere in una stanza 60 millennials, 12 psicologi del lavoro con il pallino per i videogame e un’azienda col pallino fisso dell’innovazione, Sorgenia.

Aggiungete una location “a tema” e modernissima, come la Microsoft House di Milano, e avrete #YourNextJob, l’evento con cui il fornitore di energia ha selezionato i giovanissimi talenti che, per usare le parole di Alberto Bigi, Chief of Innovation & Development dell’azienda, “andranno a contaminare con la loro padronanza del digitale il nostro modo di innovare”.

laborplay.jpg 

IL COLLOQUIO? UN GIOCO DA RAGAZZI

I 60 ragazzi neolaureati, selezionati dai mille che avevano inviato il loro CV, divisi in sei squadre, si sono sfidati in sei giochi diversi in grado di far emergere le loro soft skills e loro attitudini lavorative. Tutto è avvenuto nell’open space della Microsoft House, all’interno dell’avanguardistico edificio della cultura, voluto dalla Feltrinelli. A colpi di tablet e giochi di logica ragazze e ragazzi si sono affrontati per sei ore in un programma di giochi, sotto lo sguardo attento degli esperti di Laborplay, spin-off dell’Università di Firenze che ha ideato il nuovo metodo di valutazione delle soft skills.

 youtnextjob.jpg

LABORPLAY E SORGENIA: DALLA PSICOLOGIA AL VIDEOGIOCO

Con #YourNextJob, Sorgenia si è messa in gioco per andare alla ricerca di giovani talenti da scovare in quella generazione Y di chi è cresciuto col digitale, i Millennials. “Per chi, come Sorgenia, si rivolge a consumatori abituati a gestire servizi e acquisti completamente online, è fondamentale identificare giovani talenti che siano perfettamente aderenti al target con il quali parliamo – ha spiegato Alberto Bigi, Chief of Innovation & Development di Sorgenia -. L’evento permette, attraverso l’innovativa modalità messa a punto da Laborplay, di entrare in contatto con ragazzi che hanno le caratteristiche e competenze che stiamo cercando e consente loro di toccare con mano il nostro approccio al mondo del lavoro che per noi è digitale, innovativo, proattivo e di squadra”.

Il metodo, creato e testato dagli psicologi di Laborplay, “è un sistema non convenzionale ma scientifico, - ha precisato Ezio Scatolini, Co-Fondatore di Laboraplay - realizzato proprio per eliminare il nervosismo di chi è sottoposto a una valutazione. I ragazzi sottoposti alla selezione giocando si rilassano e fanno emergere con più naturalezza le loro soft skills”.

 youtunext.jpg

I VIDEOGIOCHI PASSANO IL TEST DEGLI INFLUENCER

Insieme ai 60 giovani talenti, hanno giocato anche i veri amatori dei videogiochi, gli Youtuber veri scopritori e intenditori di tutte le ultime novità in fatto di tecnologia. Al tavolo dei giocatori “esperti” si sono cimentati: @PlayerInside (Gianluca Verri e Maria Calvagna), @snakino90 (Emanuel Passaro), @just.starsky (Manuel Giovannini) e @FjonaCakalli.

Tutti insieme hanno collaborato in alcuni giochi di squadra e si sono sfidati a colpi di tablet per essere valutati, dal team di psicologi dello spin-off dell’Università di Firenze. Tutti, esperti e non, hanno concordato che l’evento “è stato una vera figata”, come direbbe la nostra Bebe.  

IMG_6584.JPG