Sorgenia
cerca
Accedi accedi

“Vi spiego i trucchi del cake design”

  1. Home
  2. My generation
  3. “Vi spiego i trucchi del cake design”

La scelta della pasta da zucchero, la ricerca del gusto perfetto, la formazione continua. A lezione da Luigi Collinvitti, professionista della torta decorata

Non solo la passione, ma soprattutto tanto studio, la ricerca incessante della qualità dei prodotti utilizzati. Il cake design è soprattutto questo: impegno e duro lavoro. Nonostante in tv possa apparire come un coloratissimo gioco, quella dell’arte delle torte è una vera e propria professione. E come tutte le professioni, non si improvvisa.

“La qualità principale di un buon cake designer è la conoscenza degli ingredienti. Per questo ho dedicato al cake design anni di studio e di duro lavoro”, spiega Luigi Collinvitti, titolare della Dream Bakery Cakes di Roma. Un passato da pasticcere e un presente da designer della pasta da zucchero, Collinvitti ancora oggi continua a seguire corsi di aggiornamento presso docenti italiani e internazionali.

“Nel 2012  - racconta a Energie Sensibili il cake designer – ho cominciato a realizzare torte 3D in pasta di zucchero lavorando solo su ordinazione on-line in un laboratorio chiuso al pubblico. Poi, nell’ottobre 2015, l’azzardo: ho aperto la mia pasticceria, anzi, la mia “bakery”, ispirata al modello americano degli anni ’50, in cui si possono trovare prodotti sia dolci sia salati, tutti rigorosamente freschi e preparati da me”.

Quando proviamo a chiedergli qualche segreto della sua arte glissa con un sorriso. Tuttavia, riusciamo a farci dare qualche dritta. Non sono importanti, spiega, solo l’abilità manuale e gli strumenti utilizzati per la modellazione (bastano in fondo un mattarello, un bisturi e poche altre cose): “A fare la differenza è la pasta da zucchero. Ne esistono numerose tipologie, a seconda dei diversi utilizzi. C’è quella più morbida, per la copertura, e quella che si indurisce più rapidamente, la cosiddetta ‘gom flowers’.  Questa è utile per la realizzazione dei petali dei fiori,  dato che  si asciuga più in fretta  e mantiene più facilmente una forma sottile”.

Ma tutto questo per Luigi viene dopo. Perché una torta, ancorché bella da guardare, deve essere soprattutto buona da mangiare. “Per questo ho personalmente assaggiato moltissime marche e qualità di pasta di zucchero, prima di trovare quella che rendesse al meglio sia la forma che il gusto. Il riscontro positivo da parte dei miei clienti conferma la mia scelta. Salvo poi scoprire che è la stessa usata da Buddy Valastro, il famosissimo Boss delle Torte”.