Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Torino è green: al via gli Smart City Days

  1. Home
  2. Life
  3. Torino è green: al via gli Smart City Days

Dal 24 maggio al 9 giugno la città piemontese ospita più di 50 eventi dedicati alla sostenibilità : si insegna ai cittadini a consumare meno e a tutelare l’ambiente

È partito il conto alla rovescia per gli Smart City Days di Torino. A partire dal 24 maggio e fino al 9 giugno, infatti, la città piemontese ospiterà la grande manifestazione che porterà in piazza e tra la gente le buone pratiche per migliorare la qualità della vita, consumando la minor quantità possibile di risorse naturali e tutelando l’ambiente. Tre saranno i macro temi attorno a cui si costruirà il dibattito sulla cosiddetta “città intelligente”: le prime giornate saranno dedicate alla mobilità sostenibile e alla ricerca scientifica. Attenzione sarà riservata anche al tema della corretta alimentazione e a quello del rapporto, fondamentale, tra verde e spazio pubblico.

Tanti gli eventi in programma: da venerdì 24 a domenica 26 maggio piazza San Carlo ospiterà la Settimana della Scienza, mentre l’ultimo giorno del weekend sarà dedicato alla festa su due ruote con la grande biciclettata che dal Parco del Valentino permetterà a tutti i bikers di correre verso Parco Dora. Due gli appuntamenti con il buon cibo. Sabato 25 maggio al Fluido va in scena lo Slow Food Day, mentre domenica 2 giugno tocca a “Eating City – La città che mangia”, pranzo collettivo per 3000 persone imbandito in piazza Vittorio.

Infine, dal 7 al 9 giugno la centralissima via Carlo Alberto verrà trasformata in un grande giardino urbano, così come viale Marconi, che sarà pedonalizzato e arricchito di piante e fiori. In tutto saranno più di 50 gli eventi culturali, sportivi, scientifici e artistici accomunati dalla volontà di rendere la città a misura d’uomo, attenta al benessere del singolo, alla mobilità dolce e soprattutto al risparmio energetico. D’altronde, prima ancora di trasformare Torino in una smart city, occorre un cambiamento culturale che renda i cittadini “smart citizens”.

Ne è convinto anche Enzo Lavolta, assessore all’Innovazione e all’Ambiente, che ha sottolineato come una città possa dirsi intelligente soltanto quando “tutti i cittadini hanno l’opportunità di esprimere i propri bisogni e di partecipare alle sue politiche”. Gli fa eco il sindaco Piero Fassino, che ha invece evidenziato come queste tre settimane di incontri siano una occasione “per conoscere, attraverso piacevoli momenti di festa, un altro modo di consumare energia, muoversi, fare acquisti senza abbassare  il livello della qualità della vita. La manifestazione è stata realizzata dal Comune in collaborazione con la Fondazione Torino Smart City ed ha richiesto il lavoro di centinaia tra persone, aziende e d associazioni per la sua buona riuscita.