Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Termosifoni: quando spegnerli e come fare la manutenzione

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Termosifoni: quando spegnerli e come fare la manutenzione

A partire dal 15 marzo scattano per legge le date di chiusura degli impianti di riscaldamento. Il dettaglio per regione e i consigli per mantenere i radiatori efficienti

La bella stagione manda in vacanza i sistemi di riscaldamento. Con l’arrivo della primavera infatti arriva anche il momento di spegnere i termosifoni. Ma come bisogna regolarsi per le date esatte? E di quale manutenzione hanno bisogno i caloriferi durante i mesi di inattività?

Così come per l’accensione, anche lo spegnimento dei termosifoni segue delle date precise: un calendario termico, stabilito dalla legge 10 del 9 gennaio 1991 e dal DPR 412 del 26 agosto 1993 e successive modifiche. In base alla normativa il territorio italiano è suddiviso in sei aree climatiche: dalle più calde, in fascia A, alle più fredde, in fascia F. I comuni in zona A, B e C hanno più vincoli in termini sia di periodo che di orario giornaliero in cui è possibile accendere i termosifoni; al contrario chi abita in una zona contrassegnata con la F non ha nessuna limitazione. La maggior parte delle regioni italiane si trova in fascia D ed E.

 

CALENDARIO CLIMATICO PER ZONE

  • ZONE A: Sicilia  - Termosifoni accesi dal 1 dicembre al 15 marzo per un massimo di 6 ore al giorno.
  • ZONE B: Calabria, Sicilia - 1 dicembre - 31 marzo, max 8 ore al giorno.
  • ZONE C: Liguria, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna15 novembre - 31 marzo, max 10 ore al giorno.
  • ZONE D: Veneto, Liguria, Emilia R., Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna1 novembre - 15 aprile, max 12 ore al giorno.
  • ZONE E: Val D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino A. A., Veneto, Friuli V. G., Emilia R., Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia15 ottobre – 15 aprile, max 14 ore al giorno.
  • ZONE F: Piemonte, Trentino A. A., Veneto – Nessuna limitazione.

 

MANUTENZIONE DEI TERMOSIFONI

Escludendo interventi straordinari per cui è richiesta la competenza di un tecnico specializzato, la manutenzione ordinaria e il controllo dell’impianto sono operazioni fondamentali in vista della prossima stagione autunnale, quando sarà di nuovo necessario accendere i riscaldamenti.

Importante è mantenere il calorifero pulito. Uno scovolino e un compressore d’aria possono aiutare a rimuovere polvere e altri residui tra i moduli del termosifone, specie per quanto riguarda quelli in ghisa. Per lavare la superficie, ci si può infine aiutare anche con dei prodotti specifici.  

Infine, prima della riaccensione invernale, è opportuno spurgare i radiatori per eliminare l’aria accumulata. Sfiatare i termosifoni aiuta ad aumentarne l’efficienza al momento dell’utilizzo. 

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.