Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Startup: crescita record di capitale e posti di lavoro. In arrivo nuovi bandi

  1. Home
  2. What's next
  3. Startup: crescita record di capitale e posti di lavoro. In arrivo nuovi bandi

Secondo dati di InfoCamere, Milano è la capitale delle giovani imprese. La maggior parte offrono servizi alle aziende. Cresce la presenza femminile. Nuove opportunità di crescita con Speed MI Up, l’incubatore di Bocconi e Comune di Milano

L’Italia diventa sempre più un paese di startup. Non solo crescono in maniera esponenziale, facendo registrare il +20% a fine 2014 rispetto ai tre mesi precedenti, ma aumenta anche il loro capitale medio, arrivato a 153 milioni di euro. È questa la fotografia scattata da InfoCamere all’universo delle giovani imprese italiane che, in un momento di forte crisi del sistema produttivo e occupazionale, rappresentano una via d’uscita innovativa e creativa. Le startup rappresentano lo 0,21% del milione e mezzo delle società a capitale italiane.

 

STARTUP E LAVORO: I NUMERI OCCUPATI IN TUTTA ITALIA

A due anni e tre mesi dall’entrata in vigore del cosiddetto Decreto Passera che ha istituito le startup innovative, attualmente ne risultano iscritte al Registro delle Camere di Commercio ben 3397, con un tasso di natalità di almeno cento al mese. Il capitale medio di ciascuna risulta essere intorno ai 48mila euro, mentre soltanto in nove hanno superato il milione di euro. Tuttavia, non ci sono buone notizie dal punto di vista occupazionale: è vero che le realtà con dipendenti sono aumentate passando dalle 819 di settembre 2014 alle 989 di dicembre, ma la media per ciascuna azienda è passata da 2,7 a 2,6. Complessivamente, sono 2697 le persone che lavorano in queste startup.

 

Leggi anche: Startup, meno burocrazia e più incentivi: ecco la Ricetta del Libro Bianco

 

MILANO CAPITALE DELLE STATUP. B2B IL SETTORE CON MAGGIOR PRESENZA

Secondo InfoCamere, Milano è la città italiana in cui sono nate e cresciute più startup innovative. Ne sono ben 466, circa il 14,7% del totale. Segue Roma e poi Torino. Bene anche Napoli, che supera Bologna con le sue 95 realtà. Mentre la Lombardia la fa da padrona tra le regioni, precedendo l’Emilia Romagna e il Lazio, in Trentino Alto Adige si raggiunge la quota più alta di imprese in rapporto alle società di capitale. Il 72,9% di tutte loro fornisce servizi alle aziende, il 18% opera nell’industria in senso stretto e il restante 3,8% nel commercio. Cresce la presenza femminile (quelle guidate da donne sono il 12,5%, e quella degli under35).

 

Per approfondire: Imprese in rosa: la carica di aziende e startup italiane

 

CONTINUANO I BANDI PER LE STARTUP: ECCO SPEED MI UP

Per accrescere sempre di più queste realtà, si moltiplicano nel nostro Paese i bandi per incentivarne lo sviluppo. Tra gli ultimi c’è quello di Speed MI Up, l’incubatore dell’Università Bocconi, Comune e Camera di Commercio di Milano. C’è tempo infatti fino al prossimo 16 aprile per tutti gli aspiranti e neo-imprenditori che vogliono dare solidità al proprio business attraverso un percorso di accompagnamento al mercato che durerà ben due anni.

Il bando è riservato ad un massimo di 30 soggetti, che, dopo aver superato le selezioni, entreranno in Speed MI Up a partire dall’1 giugno. Potranno usufruire delle lezioni e del tutoraggio dei docenti dell’Università milanese, partecipare ad iniziative di networking per conoscere potenziali investitori, oltre a postazioni di lavoro e rappresentanza. Questo incubatore, a differenza di tanti altri, non entra direttamente nel capitale delle startup preservandone la libertà imprenditoriale.

Per partecipare, basta presentare un elevator pitch, in formato video di massimo 3 minuti, un business plan, il curriculum vitae dei partecipanti. I più meritevoli saranno sottoposti a colloqui. La selezione è aperta anche a micro, piccole e medie imprese registrate da meno di 20 mesi.