Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Sochi 2014, i Giochi Olimpici diventano sostenibili

  1. Home
  2. Life
  3. Sochi 2014, i Giochi Olimpici diventano sostenibili

Il verde sarà il colore della manifestazione che partirà il prossimo 7 febbraio. Tanti i progetti green dell’Unep per ridurre l’impatto ambientale delle gare

Lo sci alpino, il biathlon, il bob, l’hockey sul ghiaccio e tante altre discipline diventano green. Dopo il successo delle Olimpiadi di Londra condotte all’insegna della sostenibilità e del risparmio energetico, è tutto pronto per i Giochi di Sochi, a Mosca, che promettono di non deludere le attese degli ambientalisti. Dal 7 al 23 febbraio gli occhi del mondo saranno puntati sulla città russa sulle coste del Mar Nero. Anche se la neve sarà la protagonista indiscussa, non sarà il bianco l’unico colore della manifestazione sportiva più attesa della stagione.

I giochi di Sochi saranno anche verdi, soprattutto grazie all’Unep: ben 90 sono infatti i progetti del Programma ambientale delle Nazioni Unite per minimizzare l’impatto delle infrastrutture che si sono sviluppate intorno al Villaggio Olimpico realizzato nell’area del Sochi National Park, come il palazzetto del ghiaccio, il centro per il pattinaggio e lo stadio.

 Le raccomandazioni del team di esperti includono anche un sistema di monitoraggio territoriale, pensato per preservare anche in futuro la vita sostenibile della popolazione locale e della fauna selvatica lì presente. Importante anche il programma “Zero rifiuti”, che mira a promuovere un solido piano di riciclo e corretto smaltimento degli scarti prodotti da spettatori e appassionati che si recheranno in Russia per le Olimpiadi.

Ancora, è stato istituito un parco naturale per l’avifauna, mentre numerose sono state le azioni messe in atto per coinvolgere i giovani nelle attività green collegate ai Giochi invernali. Un occhio di riguardo è dato anche alle emissioni di anidride carbonica: con il progetto “Neutralità zero” la gestione della Co2 prodotta durante le gare sarà mirate alla riduzione al massimo del loro impatto ambientale.

Non solo. Ambiente fa rima in questo caso con sport e movimento. È per questo che il governo russo ha deciso di lanciare da qualche mese una simpatica iniziativa per tutti coloro che decideranno di muoversi con la metropolitana lasciando a casa l’automobile, con benefici per la salute ambientale e umana. Il biglietto, infatti, è gratis e si paga a colpi di squat. Basta fare soltanto 30 flessioni per poter viaggiare senza problemi. In alcune stazioni sono state installate, davanti all’erogatore dei ticket, dei macchinari dotati di telecamera capaci di rilevare i movimenti.