Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Pmi, via alle procedure semplificate del Fondo di Garanzia

  1. Home
  2. What's next
  3. Pmi, via alle procedure semplificate del Fondo di Garanzia

Attivo il decreto del Ministero dello Sviluppo che facilita l’accesso alle risorse. Stop a controlli sull’affidabilità economica delle imprese che richiedono il finanziamento

Per le Pmi innovative l’accesso al Fondo di Garanzia per ricevere finanziamenti è più semplice. Secondo quanto stabilito dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 23 marzo, la procedura semplificata consente di saltare i controlli sul merito creditizio. Il nuovo iter, infatti, non prevede la fase in cui il gestore del Fondo analizza lo stato di salute finanziaria dell’impresa richiedente. In altre parole, questo vuol dire che le Pmi che decidono di beneficiare di questo tipo di aiuti economici avranno accesso immediato e prioritario nella concessione delle risorse. La valutazione dell’affidabilità economica diventa a carico del soggetto imprenditoriale che richiede l’accesso al Fondo di Garanzia e che autocertifica la propria situazione.

 

CHI PUÒ ACCEDERE ALLA PROCEDURA SEMPLIFICATA

Dal momento che chi si occupa di supervisionare la gestione del Fondo, con la procedura semplificata ormai attiva, viene sciolto da ogni responsabilità di controllo sulla situazione finanziaria dell’impresa: è l’azienda stessa incaricata di verificare preventivamente il rispetto di alcuni requisiti.

Ad esempio, le società devono dimostrare di non avere eventi pregiudizievoli a proprio carico (pignoramenti, debiti, protesti, ecc.). Questo tipo di informazioni dovranno essere comprovati dalle indicazioni contenute in pubblici registri o in sistemi di valutazioni creditizi.

Per ottenere nuovi finanziamenti dal Fondo di Garanzia, è necessario anche che le Pmi innovative non abbiano già debiti scaduti da più di 180 giorni con lo stesso Fondo e che in generale non rappresentino una clientela morosa.

 

FONDO DI GARANZIA, OLTRE DUE MILIONI ALLE IMPRESE

L’avvio della procedura semplificata per l’accesso al Fondo di Garanzia non modifica nulla riguardo la quantità di risorse messe a disposizione. L’importo massimo garantito per ogni Pmi innovativa è sempre pari a 2,5 milioni di euro che possono anche essere divisi in più operazioni.

Operativo dal 2000, l’obiettivo del Fondo di garanzia per le imprese è favorire l’accesso alle fonti finanziarie mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali portate dalle aziende. In pratica, rivolgendosi al Fondo di Garanzia l’impresa non ha un contributo in denaro, ma la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive