Sorgenia
cerca
Accedi accedi

“Più infrastrutture e investimenti: così i trasporti diventano green"

  1. Home
  2. Life
  3. “Più infrastrutture e investimenti: così i trasporti diventano green"

Il Ministro dell’Ambiente, Orlando, è intervenuto alla conferenza di apertura della Settimana europea della Mobilità a Roma: “Guardiamo all’Olanda per migliorare le nostre città”

Investire sulle infrastrutture, creare rapporti di collaborazione tra enti pubblici, privati e di ricerca e cambiare la normativa attuale a favore dei mezzi di trasporto ecologici, sempre più diffusi nel nostro paese ma non ancora tutelati. Sono questi gli ingredienti che il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, ha indicato come necessari per uno sviluppo sostenibile dell’Italia e per un suo allineamento con gli altri Paesi europei in tema di mobilità verde. Lo ha fatto in occasione del convegno “Smart mobility per città più vivibili” tenutosi a Roma in occasione della Settimana europea della Mobilità.

 

L’evento, organizzato dall’Ambasciata dei Paesi Bassi in Italia e dalla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile, in collaborazione con il dicastero di via Cristoforo Colombo,  è stato un momento di riflessione su come la mobilità urbana possa diventare sostenibile anche in Italia sull’esempio delle città comunitarie. “Bruxelles ha aperto centinaia di procedure di infrazione contro il nostro Paese per gli elevati livelli di inquinamento a cui sono esposti quotidianamente i cittadini - ha continuato Orlando-. La mobilità sostenibile può essere una giusta risposta. Molte amministrazioni locali hanno già da tempo agito in questa direzione ma non basta”.

 

Secondo il Ministro, “il tema dei trasporti green non riguarda solo il modo in cui ci si muove, ma è un vero e proprio fenomeno culturale che deriva da nuovo tipo di urbanesimo legato alla crescita della popolazione e all’alto grado di congestione delle nostre strade, dove per spostarsi il mezzo ancora più diffuso è l’automobile privata. Per questo bisogna agire in primis sulla razionalizzazione del trasporto urbano, ottimizzando le risorse già esistenti, ma anche riorganizzare in maniera intelligente gli orari delle città e dei servizi pubblici, per sensibilizzare i cittadini verso stili di vita diversi”.

 

L’Olanda è uno dei  paesi a cui guardare per una mobilità più ecologica: qui su un totale di 16,6 milioni di abitanti si possono contare ben 18 milioni di biciclette, con 35 mila chilometri di piste ciclabili su una superficie di 37 mila chilometri quadrati. “Guardiamo ai Paesi Bassi – ha concluso Orlando – con cui si può iniziare uno scambio di esperienze e best practice: qui il governo ha fatto scelte in funzione del risparmio energetico non solo nel settore dei trasporti, con l’investimento su trasporto elettrico, logistica sostenibile e crescita urbana intelligente,  ma anche nell’edilizia. Negli ultimi anni il Ministero dell’Ambiente ha promosso 573 interventi per un totale di 625 milioni di euro  favore di infrastrutture, come lo sviluppo di corsie preferenziali o di parcheggi di interscambio e la promozione di car sharing e car pooling. Continuiamo su questa direzione per la tutela del nostro ambiente ma anche dei cittadini”.