Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Orti in affitto: a Roma l’oasi degli agricoltori per hobby

  1. Home
  2. My generation
  3. Orti in affitto: a Roma l’oasi degli agricoltori per hobby

A nord della Capitale l’associazione Orti di Veio offre in gestione piccoli appezzamenti di terra per coltivare ortaggi e fiori con metodi bio

Coltivare un orto senza possedere un appezzamento di terreno. Sogno impossibile? Non per i ragazzi dell’Associazione Orti di Veio, il progetto nato dall’idea di Alessio e Mariella Mariani e divenuto realtà nelle campagne a nord di Roma. Qui, ai margini della splendida cornice del Parco di Veio, 60 persone di tutte le età hanno scelto ritagliarsi un piccolo spazio di autentica vita cittadina alle porte della Capitale. Come? Affittando un orto.

COME FUNZIONA “ORTI IN AFFITTO”?

Energie Sensibili ha incontrato Alessio Mariani, che insieme alla moglie ha fondato Orti di Veio nel 2013. “Siamo una associazione no profit. Versando la quota annuale di 350 euro si ottiene in gestione un orto di 70 metri quadri dove piantare, coltivare e poi raccogliere verdure ma anche fiori, spezie ed erbe officinali”.  Parliamo, però, rigorosamente di agricoltura biologica: fertilizzanti organici, metodo di rotazione delle colture e in generale tanta attenzione al terreno sono gli ingredienti base di questo progetto e le regole che tutti gli associati devono rispettare.

 

Veduta dall'alto

 

IN 9 MESI APERTI 60 ORTI

L’iniziativa “Orti in affitto” dell’Associazione Orti di Veio prende forma nell’aprile del 2013. A nove mesi di distanza sono più di 60 gli associati che hanno scelto di mettersi alla prova con le attività della terra. “Un successo oltre le aspettative – confessa Mariani – Sono tantissime le persone che hanno accolto con favore questa idea, soprattutto giovani famiglie che vengono qui con i propri bambini”. L’età media degli associati è piuttosto bassa, fra i 30 e i 40 anni.

 

 

COLTIVARE NEL TEMPO LIBERO

Chi può coltivare un orto in affitto? “Praticamente tutti – conferma il fondatore di Orti di Veio – Nella quota associativa annuale è compreso sia il costo dell’acqua per l’irrigazione che l’attività di mentoring, per aiutare le persone meno esperte e insegnare loro a gestire un orto familiare. Noi diamo loro un terreno biologicamente puro che, coltivato con cura, rende prodotti agricoli di altissima qualità. Questa è la nostra chiave vincente”.