Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Nuova Sabatini: dal 1° giugno nuove opportunità di finanziamento

  1. Home
  2. What's next
  3. Nuova Sabatini: dal 1° giugno nuove opportunità di finanziamento

La legge, che fa riferimento al Plafond Beni Strumentali della CDP, sostiene le pmi che investono in macchinari e tecnologia. Da aprile a maggio richieste per 1 miliardo di euro

Da domenica 1° giugno 2014 fino a venerdì 6 giugno è aperta la terza tornata per le domande di finanziamento da parte delle piccole e medie imprese che vogliono investire in beni strumentali. Il meccanismo è quello disciplinato dalla cosiddetta Nuova Sabatini, la norma prevista dal d.m. del 27 novembre 2013 che introduce una serie di misure a favore delle pmi per facilitarne l’accesso al credito.

 

IN DUE MESI 3 MILA RICHIESTE PER 1 MILIARDO DI FINANZIAMENTI

Le prime due tornate di aprile e maggio 2014 si sono concluse con un totale di 3.074 richieste di agevolazioni per un ammontare complessivo di 1.011 milioni di euro tra Cassa depositi e prestiti e contributi del Ministero per lo Sviluppo economico.

 

INVESTIMENTI FINANZIABILI DALLA NUOVA SABATINI

Istituita dal Decreto “Del Fare” (legge n. 69/2013), la Nuova Sabatini è operativa dal 31 marzo 2014. Prevede modalità di finanziamento agevolato a favore delle micro imprese e delle pmi, per facilitarne l’accesso al credito e sostenerne la competitività a livello nazionale e internazionale. La legge fa riferimento a investimenti in beni strumentali: rientrano in questa categoria attrezzature per la produzione, macchinari ma anche le spese per tecnologie digitali, hardware e software.

 

NUOVA LEGGE SABATINI 2014: COME FARE DOMANDA

Il meccanismo fa riferimento al Plafond Beni Strumentali della Cassa depositi e prestiti. L’impresa interessata deve presentare domanda di agevolazione all’istituto finanziario e sarà quest'ultimo a verificare la disponibilità della somma richiesta presso la CDP. Le banche aderenti sono elencate sia sul sito del Mise che su quello dell’Abi. Questo passaggio viene portato a compimento in un periodo di circa 10 settimane: entro il 31 maggio saranno cioè adottate le delibere di finanziamento delle richieste di aprile. Nel caso di esito positivo, l’emissione del decreto di concessione del contributo è prevista entro il mese di giugno.

Per la terza tornata difinanziamenti le domande vanno presentate da domenica 1° giugno a venerdì 6 giugno.