Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Mondiali Brasile 2014, le startup che fanno gol

  1. Home
  2. What's next
  3. Mondiali Brasile 2014, le startup che fanno gol

Dai giochi su smartphone e tablet al sensore per gli allenamenti, fino all'analisi delle interazioni dei giocatori sui social: il calcio non è mai stato così innovativo

Sarà ricordata come l’edizione più efficiente ed ecologica della Coppa del Mondo, grazie agli eco stadi, alle divise eco-compatibili di alcune nazionali, fino alle iniziative su temi sociali a favore della comunità.

Ma le novità dei Mondiali del Brasile non finiscono qua. Un aspetto interessante è l'ingresso “a gamba tesa” del mondo delle start-up nella Fifa World Cup 2014: idee e progetti tra i più disparati che rendono social e innovativo il gioco più bello del mondo (secondo alcuni), cambiando la prospettiva classica di guardare le partite. Si va dai classici videogame all'aggiornamento di classifiche e marcatori in tempo reale, dalle statistiche ai calendari dei match, fino alle app più particolari. Eccone qualche esempio.


BEAST SENSOR

Una volta l'allenamento si basava sul giudizio, le tecniche dell'allenatore e sui risultati che ogni atleta dimostrava. Ora, grazie a un'idea tutta italiana, le cose possono essere più “condivise”. Si chiama BeastTechnologies, ed è una start up nata dall'intuizione di Tommaso Finandri, ingegnere aerospaziale e ricevitore della nazionale italiana di football, insieme a Ernst Vittorio Haendler e Lucio Pinzoni. Si tratta di un sistema di allenamento che permette di tracciare costantemente i dati degli atleti come forza, velocità, potenza, resistenza, ottimizzando gli obiettivi dell'allenamento. Il software è stato accolto con entusiasmo dagli uomini di Prandelli, che indossano un dispositivo numerato da1 a 23. I dati sull’allenamento degli azzurri vengono poi trasmessi su smartphone e tablet via bluetooth.

Il progetto è stato sviluppato grazie alla collaborazione tra Federcalcio e Polihub, l'incubatore gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano.


LE APP

 Tra le app dedicate al tema Mondiali vince (almeno in termini di utenti) quella ufficiale della Fifa che mette a disposizione il calendario completo delle partite, con dovizia di informazioni ufficiali, curiosità, aggiornamenti dalle squadre e risultati in tempo reale. Disponibile per Android e iOSè in inglese e, ovviamente, copre tutte le squadre dei Mondiali Brasile 2014.

Per chi volesse, invece, concentrarsi solo sulla nazionale italiana c'è l'app "Tutto il calcio – Forza Azzurri”; un'altra molto interessante da questo punto di vista è Mondiali do Brasil 2014 che, oltre alle funzioni già elencate, fornisce una scheda approfondita su ogni giocatore con le sue statistiche, le performance per ogni partita e una sezione sugli stadi e le città protagoniste.  

 

LE PARTITE SOCIAL 

Guardare le partite, oltre che una passione sportiva, è soprattutto un'azione sociale. Parlare, commentare, esultare assieme rende ancora più appassionante il calcio: è quello che Tok tv si propone di fare, unendo nella passione del tifo gli amici che sono fisicamente lontani. Con il proprio smartphone o tablet si può parlare durante la partita con un gruppo fino a un massimo di 4 amici, con tanto di statistiche e aggiornamenti del match in tempo reale. Lo scopo è quello di ricreare l'atmosfera dello stare in compagnia e di commentare un evento anche a distanza con le persone che si preferisce: Tok tv è stato lanciato nel 2012 in U.S.A per le partite di baseball, per poi approdare al football e agli Oscar. In Italia ha fatto il suo debutto con il campionato di serie A e ora gli utenti possono utilizzarlo per i Mondiali.  

 

CAMPIONI DI TWEET

 Siete fan di un giocatore in particolare fuori e dentro il campo da gioco? World Social Cup Analysis, uno studio di Softec e Digital Company e Socialbakers, permette di scoprire chi sono i giocatori più social, analizzando il flusso dei loro tweet, le loro interazioni si Facebook e sugli altri network. Ad esempio Cristiano Rolando si dimostra pallone d'oro anche in questo campo con 23 milioni di interazioni nell'ultimo mese su Facebook, 294mila tweet e 665mila menzioni su Twitter. Rappresentante azzurro, Gigi Buffon, capitano anche sui social che guadagna l'ottava posizione nella classifica, in buona compagnia di Mario Balotelli.  

 

@MarioLuongo6

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.