Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Mashcream, il gelato del futuro dal gusto naturale

  1. Home
  2. My generation
  3. Mashcream, il gelato del futuro dal gusto naturale

La startup ideata da un ragazzo di Senigallia prepara un prodotto artigianale su una piastra in pochi minuti. Dalla Thailandia alla televisione, è pronta a sbarcare sul mercato

Un viaggio in Thailandia, la passione per il gelato, un video e un programma televisivo. Sono gli ingredienti vincenti di Giacomo Bizzarri, un giovane di Senigallia, che ha da poco lanciato la sua startup, Mashcream.

 

L'IDEA NATA IN THAILANDIA

Tutto parte da un viaggio in Thailandia lo scorso anno. Giacomo rimane incuriosito da una lunga fila di persone davanti ad una gelateria locale, si tratta principalmente di turisti occidentali impressionati dal procedimento di preparazione del gelato stesso. “Quando ho visto quella lunga coda e l'interesse della gente mi è venuta l'idea di importare in Italia questa tecnica – racconta Bizzarri a Energie Sensibili –. Così ho deciso di fare un video e di filmare la preparazione del prodotto, che avviene su una piastra”.

 

LA TELEVISIONE

Con questo progetto, il giovane della provincia di Ancona decide di partecipare al programma televisivo “Shark Tank”, dedicato agli aspiranti imprenditori alla ricerca di finanziamenti per dare forma e far decollare le proprie idee innovative. Giacomo non perde tempo e invia la domanda per partecipare.

“Grazie all'aiuto di un tecnico frigorista siamo riusciti ad ottenere un prototipo di gelato in un solo mese – prosegue Giacomo –. L'ho presentato nella registrazione del programma, potrete vedere la puntata a settembre, in attesa di poter presto inaugurare la mia prima gelateria all’avanguardia”.

 

PREPARAZIONE DEL GELATO

Il procedimento segue quello del classico gelato artigianale, il preparato liquido è lo stesso al 100%. “Ma la piastra dove avviene la lavorazione – sottolinea l’ideatore - ha una temperatura di -32°/-33 gradi, che è il doppio di quella utilizzata tradizionalmente. Nonostante ciò il risultato che si ottiene non è un ghiacciolo, la consistenza è compatta e ha il vantaggio di avere un tempo di scioglimento molto più basso rispetto a quello solito artigianale”.

 

Una differenza molto importante è rappresentata, invece, dal gusto che è più buono grazie all'utilizzo delle sostanze naturali rispetto a quelle artificiali. Il gelato viene realizzato al momento in base alle preferenze del consumatore che può assistere alla sua preparazione proprio come avviene in Thailandia.

 

OBIETTIVI FUTURI: SUL MERCATO NEL 2016

Nel giro di breve tempo la startup verrà incubata, l'obiettivo è quello di immettersi sul mercato per la primavera del 2016 con l'avvio della nuova stagione, possibilmente da gennaio in occasione della fiera del gelato a Rimini.

Grazie al programma televisivo Bizzarri ha registrato la domanda per il brevetto del macchinario e ha fatto conoscere il progetto, adesso l'idea è quella di aprire uno stabilimento per l'assemblaggio del prodotto, con la speranza di trovare anche finanziatori disposti a investire su una startup dall'alto potenziale per quanto riguarda il ritorno economico.

Il gelato del futuro dal gusto personalizzato è così pronto a sbarcare anche in Italia.