Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Lo smartwatch conquista gli italiani

  1. Home
  2. What's next
  3. Lo smartwatch conquista gli italiani

Siamo primi in Europa e terzi nel mondo per utilizzo di tecnologia indossabile. Australia e Stati Uniti guidano la classifica

Agli italiani piace, e tanto, la tecnologia indossabile. Il nostro Paese è primo in Europa per diffusione di smartwatch e smartband, gli orologi e i braccialetti “intelligenti” con cui è possibile, fra le altre cose, controllare dispositivi a distanza e monitorare l’attività fisica. Un Italiano ne possiede uno. Secondo uno studio condotto dagli analisti di Kantar, questo dato colloca l’Italia al terzo posto nella classifica mondiale, dietro Australia e Stati Uniti.

 

TECNOLOGIA INDOSSABILE, ITALIA SUL PODIO

Sono dunque i consumatori australiani quelli che più degli altri non hanno resistito alla tentazione di comprare un orologio o un bracciale intelligente. Nella terra dei canguri la percentuale di penetrazione di questi dispositivi è del 12,7%, appena superiore a quella degli Stati Uniti, che si attesta al 12,2%. Terza, come accennato, l’Italia, dove la penetrazione di smartwatch e smartband è al 10%.

 

I DISPOSITIVI INDOSSABILI IN EUROPA

Complessivamente, nel Vecchio Continente la tecnologia indossabile sembra non aver attecchito come negli altri due continenti. L’unico Paese a doppia cifra nella classifica stilata da Kantar è l’Italia. Abbastanza alta anche la penetrazione nel Regno Unito, dove il 7,9 dei consumatori ha comprato un orologio o un braccialetto intelligente. Le altre nazioni europee, però, fanno registrare un distacco importante: in Francia e in Germania solo il 4,6% e il 5,4% della popolazione possiede un dispositivo indossabile.

 

WEARABLE TECHNOLOGY, TRAINA LO SMARTWATCH

In media, quasi sette europei su cento hanno investito nella wearable technology. A trainare le vendite nel Vecchio Continente sono soprattutto gli smartwatch, che rappresentano il 55% delle vendite e che, in quattro casi su dieci, vanno a sostituire l'orologio tradizionale. Dinamica opposta negli Stati Uniti, dove sono i dispositivi per il fitness i protagonisti del mercato (tre americani su quattro ne hanno uno), mentre gli orologi intelligenti sono fermi al 23%.