Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Lampadine, ecco l’etichetta che aiuta a tagliare i consumi

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Lampadine, ecco l’etichetta che aiuta a tagliare i consumi

L’Ue introduce un nuovo sistema di classificazione che mette in rilievo i vantaggi delle tecnologie più efficienti

Una delle chiavi di volta per la diffusione della cultura dell’efficienza energetica è l’informazione. Infatti, far capire agli utenti che con i loro comportamenti possono risparmiare denaro ed energie, diminuendo anche il loro impatto sull’ambiente, rappresenta un passo fondamentale verso un uso più razionale delle risorse. Proprio con questi obiettivi è stata predisposta la nuova etichettatura delle lampadine. Le nuove norme sono state introdotte dal regolamento europeo n° 874/2012.

Le nuove etichette, che possono essere sia colori sia monocromatiche, dovranno riportare il consumo del prodotto, la classe d’assegnazione energetica dello stesso, il produttore e l’eventuale importatore. Le nuove regole impongono anche l’introduzione di una scala, che riporta alle due estremità A+++ (per indicare un’alta efficienza) ed E (che corrisponde ad una scarsa efficienza energetica).

Questa scala di valori, rispetto a quelle passate, evidenzia il miglioramento in termini di efficienza energetica delle innovative tecnologie disponibili. Il sistema di classificazione appena introdotto comprende anche diversi prodotti, non presi in considerazione dalla normativa precedente. Fra queste le lampade alogene e i led di ultima generazione. Le nuove etichette, inoltre, devono riportare anche dati relativi al consumo ponderato, espresso in kWh/1000h.

Questo parametro permette la comparazione in termini quantitativi del consumo di elettricità tra una lampadina ed un’altra. Grazie a questo dato i consumatori potranno conoscere il peso in bolletta (in un anno) della loro scelta. Il sistema di classificazione appena introdotto, infine, potrà anche servire da stimolo alla sostituzione delle vecchie lampadine, che spesso continuano ad essere presenti in ambito domestico. Tutte le informazioni previste dal regolamento europeo devono essere riportate su ogni fonte luminosa immessa sul mercato a partire dall’1 settembre 2013.

Per abbattere i consumi energetici delle fonti luminose, un ulteriore aiuto ai consumatori arriva anche dal sito www.lampadinagiusta.it. Il portale – realizzato dell’Associazione Nazionale produttori illuminazione (Assil) e da Anie, - fornisce molte informazioni utili per una scelta “consapevole” nel momento dell’acquisto di una nuova lampadina. Lampadinagiusta spiega anche gli accorgimenti da seguire nello smaltimento delle lampadine, spiega tutti i simboli che si possono trovare sulle confezioni.