Sorgenia
cerca
Accedi accedi

La nostra energia per un domani migliore

  1. Home
  2. My generation
  3. La nostra energia per un domani migliore

È stato un 2018 di passione e impegno sociale per Sorgenia. Dai Giochi accanto a Bebe alla campagna contro la violenza sulle donne, ecco i momenti più emozionanti

“Mettiamo un impegno preciso e concreto a disposizione di un ideale, per riaffermare il valore delle persone e della loro straordinaria energia. Pensiamo che le aziende come la nostra abbiano il dovere di fare la differenza”. Queste parole dell’Ad di Sorgenia Gianfilippo Mancini, pronunciate a commento della campagna #sempre25novembre contro la violenza sulle donne, sintetizzano la vision di Sorgenia: il dovere di fare la differenza.

Una responsabilità che si è trasformata in azioni concrete, che il fornitore di energia ha messo in campo per sostenere progetti di promozione sociale e di sensibilizzazione della società su tematiche cruciali, dal rispetto della donna a quello dell’ambiente, dall’importanza di abbattere tutte le barriere alla promozione di una cultura della non violenza.

 

UNO SPOT PER UN FUTURO MIGLIORE

Uno dei passi più importanti lungo la strada del proprio impegno, Sorgenia l’ha mosso con la presentazione del nuovo spot con Bebe Vio: non è il prodotto o una promozione al centro della comunicazione, ma l’idea di futuro che Sorgenia insegue, mettendoci tutta la propria energia per realizzarla. Come ha spiegato Miriam Frigerio, Head of Brand & Communication Sorgenia, “per noi l’energia delle persone è un’energia che non si ferma a casa nostra, ma esce da noi e si diffonde negli spazi comuni di un mondo piccolo e accogliente, dove c’è posto per tutti e dove nessuno è diverso, nessuno è solo e tutti si prendono – a modo proprio – cura degli altri”. Un modo di concepire la comunicazione che è valso a Sorgenia il Premio San Bernardino per la comunicazione sociale.

 

I GIOCHI DI BEBE VIO CONTRO LE BARRIERE

L’impegno di Sorgenia è proseguito anche sull’erba dello Stadio dei Marmi, dove si sono svolti i Giochi senza barriere di Art4sport, associazione fondata dai genitori di Bebe Vio che sostiene i ragazzi con amputazioni e le loro famiglie. Fra gli sponsor dell’evento, Sorgenia non solo sostiene l’importante attività dell’associazione, ma ha partecipato alla divertente giornata di “battaglia sul campo” che la fervida immaginazione di signori Vio ha creato. Ecco una sintesi della fantastica giornata!

 

LA CASA DI SAM… E QUELLA DI ALESSIO

Altri due iniziative di cui tutto il personale Sorgenia è molto orgoglioso sono quelle a sostengo dell’associazione La casa di Sam e dell’associazione 123 Alessio. Entrambe queste realtà sono state coinvolte nel progetto Make It a Better Place, che, come ha spiegato Silvia Guidi, la responsabile HR Training & Development Sorgenia che lo ha coordinato, “supporta cinque associazioni solidali, a cui offriamo il nostro sostegno economico, il nostro tempo, la nostra energia”.

“Grazie al progetto di Sorgenia siamo riusciti a realizzare numerose attività sportive e all’aria aperta che hanno contribuito ad aumentare un forte spirito di adesione e inclusione tra i ragazzi e i volontari”, ci ha raccontato Suor Fulvia Ferrante, che ha fortemente voluto il centro diurno della Casa di Sam, che aiuta i ragazzi della provincia milanese a scoprire la vita e l’integrazione.

Per quanto riguarda 1 2 3 Alessio, invece, grande è stata l’emozione per aver contribuito a creare la Casa del SuperEroe, “un luogo  - spiegano dall’associazione - voluto e costruito con il cuore per ospitare le famiglie di piccoli supereroi che lottano contro la malattia”.

 

#SEMPRE25NOVEMBRE, NO ALLA VIOLENZA OGNI GIORNO

L’anno si è chiuso alla grande per Sorgenia con la grande campagna #sempre25novembre, con cui l’azienda, insieme a Bebe Vio e a tantissimi personaggi del mondo e dello spettacolo ha ribadito con forza l’importanza di dire sempre no alla violenza sulle donne, ogni giorno. Per farlo, ha chiesto l’aiuto degli utenti del web: per ogni foto con un “25” condivisa da loro sui social network, Sorgenia avrebbe regalato un euro alla Grande casa csc, che aiuta le donne che escono da situazioni di violenza. Ebbene, sono arrivate più 10mila partecipazioni: un successo inaspettato, almeno in queste dimensioni.

“Abbiamo scelto il web come spazio per avvicinare e dialogare con i nostri clienti – ha spiegato Miriam Frigerio - e non può accettare di muoversi in uno spazio aggressivo e violento. Vogliamo che la nostra community sia fatta solo di persone che stanno nella parte di rete “non ostile”: che non insulta, non aggredisce, non deride, ma include e incoraggia”. Abbiamo unito i n questo video i momenti più belli di questa entusiasmante campagna.