Sorgenia
cerca
Accedi accedi

La moda italiana che nasce dagli scarti delle arance

  1. Home
  2. What's next
  3. La moda italiana che nasce dagli scarti delle arance

Orange Fiber produce tessuti leggeri, eleganti ed ecosostenibili, realizzati con gli agrumi. È l’idea di due giovani imprenditrici siciliane

Hanno appena lanciato la loro prima collezione primavera-estate insieme a un mostro sacro della moda come Salvatore Ferragamo. Sono le due giovani fondatrici di Orange Fiber, Adriana Santanocito ed Enrica Arena. Siciliane, ambiziose e con la passione per l’ambiente. Già, perché i tessuti dei loro modelli, al 100% ecosostenibili, sono ricavati alle bucce delle arance.

L’azienda, nata nel 2014, sfrutta infatti lo scarto della produzione agrumicola italiana (soprattutto siciliana) per produrre tessuti leggeri e setosi, adatti all’alta moda internazionale.

 

L’AMORE PER LA SICILIA E PER L’AMBIENTE ALLA BASE DI OGNI SCELTA

Il progetto nasce da un’idea di Adriana Santanocito, che nel 2011 frequenta il corso di Fashion Design e materiali innovativi all’AFOL Moda di Milano. L’idea si concretizza parlandone con la propria coinquilina, Enrica Arena, anch’essa siciliana, che studia invece Comunicazione e cooperazione internazionale.

“Quando il progetto di un tessuto derivato dagli agrumi era ancora una teoria tutta da provare - ci racconta Enrica - l’idea di Adriana mi fece accendere una lampadina nella testa e cominciai subito a pensare a come svilupparla in maniera imprenditoriale. La sostenibilità ha sempre guidato le scelte di vita di entrambe e da quel giorno abbiamo lavorato fianco a fianco al progetto Orange Fiber”.

 

ORANGE FIBER FA BENE ALL’AMBIENTE E ALL’ECONOMIA

È proprio durante lo sviluppo di questo idea innovativa che Adriana ed Enrica approfondiscono il problema dello smaltimento degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi, chiamato in gergo “pastazzo”.

“Solo in Italia - ci racconta Adriana - sono oltre 700.000 le tonnellate di sottoprodotto derivanti ogni anno dall’industria di trasformazione agrumicola (400 mila solo in Sicilia). Un grosso problema per l’intera filiera alimentare, a causa degli elevati costi di smaltimento e del suo impatto sull’ambiente.

 

“NESSUNA RISORSA NATURALE, SOLO SCARTI”

“In seguito alla collaborazione con il Politecnico di Milano- spiega Enrica- nel 2012 siamo riuscite a sviluppare e brevettare un innovativo processo che ci consente di recuperare questo sottoprodotto e utilizzarlo per creare un tessuto sostenibile di altissima qualità per il comparto moda”.

Rispetto alle altre fibre di cellulosa esistenti, derivanti da legno o da canapa e bambù, i filati di Orange Fiber non sfruttano le risorse naturali, ma utilizzano un sottoprodotto destinato allo smaltimento, riducendo così lo sfruttamento di terra e acqua, l’uso di pesticidi inquinanti e l’impatto della produzione tessile sul pianeta.

 Dalla Ferragamo Orange Fiber Collection,2017

LA STRADA VERSO LONDRA

Il primo impianto di estrazione di Orange Fiber si trova oggi in Sicilia, nel Comune di Caltagirone. “Le nostre capacità produttive – continua Adriana - sono al momento limitate, ma nel giro di pochi anni, lavorando sullo scale-up industriale, siamo convinte di poter aumentare la quantità di sottoprodotto processato e contribuire in modo importante alla risoluzione del problema dello smaltimento”.

Un percorso ambizioso, quello di Adriana e Enrica, che passa anche per importanti appuntamenti europei. “È un periodo molto intenso per noi, ricco di emozioni – racconta Enrica -. Il 3 maggio saremo a Londra per Millennial 2020 Europe, il summit firmato Accenture, Forbes e CNBC dedicato ai nuovi trend nel settore retail. Dal 10 maggio parteciperemo al Copenhagen Fashion Summit, il summit internazionale dedicato alla sostenibilità nella moda, esponendo i nostri tessuti dagli agrumi all’interno dell’area Solution Lab.

Dalla Ferragamo Orange Fiber Collection,2017

SALVATORE FERRAGAMO E LA NUOVA COLLEZIONE A BASE DI AGRUMI

Intanto, lo scorso 22 aprile 2017, in occasione della Giornata della Terra, è stata presentata la prima collezione di moda realizzata con gli innovativi tessuti. A lanciarla, la storica maison fiorentina Salvatore Ferragamo: la Ferragamo Orange Fiber Collection.

“Salvatore Ferragamo – dice con orgoglio Adriana - ha colto per primo le potenzialità del nostro tessuto da agrumi e, coerentemente con il proprio motto Responsible Passion, ci ha scelto per creare una collezione elegante e fresca, perfetta per la primavera-estate 2017, inpreziosita dai disegni del designer italiano Mario Trimarchi.

Dalla Ferragamo Orange Fiber Collection,2017