Sorgenia
cerca
Accedi accedi

A Innovation Hub l’Italia che innova: “Utenti sempre più protagonisti”

  1. Home
  2. What's next
  3. A Innovation Hub l’Italia che innova: “Utenti sempre più protagonisti”

All’evento del Corriere esperti a confronto sugli “scenari dell’innovazione italiana”. Il digitale come elemento abilitante di una rivoluzione

C’è un filo rosso che collega le sfide a cui l’Italia è chiamata. Sfide di carattere economico, dato che il Belpaese è uno delle realtà più importanti in uno scenario globale sempre più connesso, ma anche di natura ambientale e sociale. Quel filo rosso è l’innovazione, motore del cambiamento e banco di prova del sistema Paese.

Se ne è parlato a Innovation Hub, evento ospitato all’Unicredit Pavillon di Milano e che ha avuto fra i partner anche Sorgenia. Esperti di più settori e personalità del mondo accademico e della ricerca hanno “delinato gli scenari dell’innovazione italiana”. Un’innovazione sempre più trainata, ovviamente, dalle tecnologie digitali, che rendono possibili soluzioni fino a qualche anno prima semplicemente impensabili. E che, soprattutto, pongono gli utenti – cittadini e consumatori – al centro di questa trasformazione.

 

“IL CLIENTE AL CENTRO GRAZIE ALLA TECNOLOGIA”

Sei i settori chiave individuati dagli organizzatori dell’evento: Fintech (crasi di finanza e technology), New Mobility, Circular Economy, Digital Trasformation, Energy, Biotech. “Tutti settori in cui l’Italia ha qualcosa da dire, grazie all’impegno di aziende, università, centri di ricerca ed eccellenza”, ha spiegato Massimo Sideri, Innovation editor del Corriere della Sera, che ha moderato l’evento insieme a Giuseppe Piazza, Responsabile editoriale del Corriere dell’Innovazione.

Elemento ricorrente della narrazione dell’innovazione italiana in chiave digitale, appunto, le nuove possibilità di utenti e clienti di tutti questi settori. Non fa eccezione l’Energia, i cui paradigmi produttivi e di mercato stanno radicalmente cambiando, come ha spiegato Alberto Bigi, direttore Sviluppo industriale di Sorgenia.

 

 

LE SFIDE DELL’INNOVAZIONE

Un cambiamento di paradigma che sta interessando, in forme diverse, anche gli altri settori dell’economia italiana. “I consumatori ci chiedono sempre di più facilità d’uso. L’innovazione, anche se in questo momento pare essere trainata più da soggetti esterni alle banche, è la chiave per fornire una risposta adeguata”, ha spiegato, con riferimento al Fintech, Fabio Filocamo, fondatore e Ceo di Dynamis.

Ma l’innovazione non è solo la chiave di una rivoluzione del rapporto azienda-cliente. È anche il driver principale con cui il sistema Italia può dare un contributo fondamentale per vincere importanti sfide. Prima fra tutte, la sostenibilità, per cui “è fondamentale il ruolo della tecnologia come elemento abilitante”. La costatazione di Marco Finizio, senior manager di Toyota Italia, è stata espressa con riferimento alla nuova mobilità ma è vera per tutti i settori dell’economia. Non a caso, il manager di Cisco Italia Fabio Florio ha parlato dal palco dell’Innovation Hub di “digital revolution, più che trasformation”. “Una vera e propria rivoluzione – ha spiegato l’esperto – che interessa tutti: lavoratori, aziende, servizi, prodotti. Un cambiamento che è prima di tutto culturale”.