Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Incentivi Garanzia Giovani, è online il modulo per le aziende

  1. Home
  2. What's next
  3. Incentivi Garanzia Giovani, è online il modulo per le aziende

Da 1.500 a 6.000 euro a conguaglio sulle denunce contributive per l’assunzione di ragazzi under 30: gli aiuti ai datori di lavoro privati hanno un budget complessivo di 188 milioni di euro

È stato pubblicato sul sito dell’Inps il modello GAGI, che le imprese possono utilizzare per chiedere gli incentivi legati al Piano Garanzia Giovani. Si tratta di 188 milioni di euro stanziati per coprire parte delle spese previdenziali dei datori di lavoro privati che assumono Neet, cioè giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano né lavorano. Il modello GAGI è scaricabile online nella sezione “Aziende, consulenti e professionisti”, dal 10 ottobre 2014. Gli incentivi possono essere richiesti anche per le assunzioni a partire dal 3 ottobre: in questo caso le richieste vanno inoltrate entro sabato 25 ottobre 2014.

 

DATORI E LAVORATORI A CUI SPETTA L’INCENTIVO

Sempre una circolare dell’Inps ha stabilito che le agevolazioni sono riservate ai datori di lavoro privati che assumono ragazzi tra i 16 e i 30 anni, che si siano iscritti al Piano Garanzia Giovani dopo il compimento del 15esimo anno di età e entro il 29esimo. Fondamentale per la registrazione nel Programma è che il ragazzo non sia studente né lavoratore, ma Neet cioè “Not in Education, Employment or Training”.

 

GARANZIA GIOVANI: A QUALI CONTRATTI SI APPLICA

Non tutti i rapporti di lavoro beneficiano della Garanzia Giovani: nel dettaglio gli incentivi si applicano alle assunzioni a tempo indeterminato oppure a tempo determinato superiore ai 6 mesi. Esclusi dunque i contratti di apprendistato, lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio. Rientra invece nel Piano il part-time, purché il lavoratore sia impiegato per almeno il 60% dell’orario normale.

 

INCENTIVI DA 1.500 A 6.000 EURO

Le imprese possono richiedere un incentivo che va da 1.500 euro a 6.000 euro, a seconda del profilo del candidato assunto e della durata del rapporto di lavoro. Più è qualificato il lavoratore e stabile il contratto, più elevato sarà il contributo dell’Inps.

 

MODELLO GAGI: COME FARE DOMANDA

Il datore di lavoro deve fare domanda all’Inps per accedere agli incentivi, attraverso il modello GAGI reperibile online all’interno dell’applicazione “DiResCo”. Una volta accettata la richiesta, l’impresa ha 7 giorni di tempo per assumere il giovane e altri 7 giorni per comunicare all’Inps l’avvio del rapporto di lavoro. L’istituto previdenziale è incaricato anche delle attività di controllo e monitoraggio sulla regolarità dei contratti di lavoro. Se tutti i requisiti sono rispettati, l’Inps eroga il versamento a conguaglio sulle denunce contributive.

 

Federica Ionta

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.