Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Incentivi alle imprese che assumono, cosa cambia nel 2015

  1. Home
  2. What's next
  3. Incentivi alle imprese che assumono, cosa cambia nel 2015

La Legge di Stabilità prevede il taglio dei contributi da versare all’INPS per le aziende che stipulano contratti a tempo indeterminato a partire dal 1° gennaio

Novità per i contratti di assunzione a partire dal 2015, in base alla Legge di Stabilità. Il provvedimento elimina alcuni incentivi per le aziende che assumono con contratto stabile ma ne introduce altri, che si sommano a quelli previsti dalla Legge Fornero. Gli incentivi hanno la forma di sgravi sui contributi che le imprese private (è escluso il settore pubblico) devono versare all’INPS e si applicano ai nuovi rapporti di lavoro a partire dal 1° gennaio 2015.

La riforma è finanziata con un budget di un miliardo di euro l’anno tra il 2015 e il 2017 più altri 500 milioni nel 2018 ed ha l’obiettivo, indicato dal Governo, di “promuovere forme di occupazione stabile” e invertire la proporzione tra il numero di assunzioni a tempo indeterminato e di quelle a tempo determinato (collaborazioni a progetto, contratti di somministrazione e lavoro intermittente).

 

AGEVOLAZIONI PER PRECARI E DISOCCUPATI

Le aziende private che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015 assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori precari, cioè che non avessero una posizione stabile nei sei mesi precedenti, possono usufruire delle agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità. Per ogni nuovo assunto l’impresa è esonerata dal versamento dei contributi INPS per 36 mesi e con un tetto massimo di 8.060 euro.

Sono escluse da questo beneficio le assunzioni di lavoratori domestici, i contratti di apprendistato e quelli del settore agricolo.

Per quanto riguarda le assunzioni di lavoratori disoccupati, decadono gli incentivi della Legge 407/90 ma entrano in vigore quelli previsti dalla Legge Fornero. Le imprese che assumono con contratto a tempo indeterminato disoccupati da almeno 12 mesi possono infatti beneficiare di uno sgravio contributivo INPS del 50% per 36 mesi. Le agevolazioni si applicano all’assunzione di donne di qualsiasi età e di uomini che abbiano compiuto il 50esimo anno.

Per approfondire: Legge di Stabilità 2015 e Partite Iva, cosa cambia


ASSUNZIONI, GLI INCENTIVI SOPPRESSI

La Legge di Stabilità sopprime le agevolazioni contributive che erano state introdotte dalla Legge 407/1990 e che riguardavano l’assunzione di lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi oppure in cassa integrazione. Lo sgravio INPS era della stessa entità di quello previsto dalla Legge Fornero (50% per 36 mesi) con l’eccezione delle regioni del Sud, per le quali la quota saliva al 100%.

Leggi anche: Legge di Stabilità ed Ecobonus, cosa succede nel 2015