Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Imprese sostenibili, aperto il bando del Parco del Lambro

  1. Home
  2. Life
  3. Imprese sostenibili, aperto il bando del Parco del Lambro

Il calendario 2015 della riserva naturale sarà dedicato alle Pmi locali più attente all’ambiente. Il report Unioncamere: l’economia verde fa bene alle aziende

Sarà un calendario tutto particolare quello che celebra il 25esimo compleanno del Parco Regionale della Valle del Lambro, la riserva verde di oltre 8 mila ettari che si sviluppa lungo il percorso dell’omonimo fiume in Lombardia. Messe da parte le più tradizionali bellezze femminili che di solito fanno da copertina ai calendari annuali, il Consorzio che gestisce il Parco ha scelto di dedicare i dodici mesi del 2015 alle aziende locali più sostenibili.

È stato infatti lanciato un bando riservato alle piccole e medie imprese delle province di Como, Lecco e Monza e della Brianza, che sono invitate a presentare i propri progetti di sostenibilità ambientale. Le iniziative saranno valutate da una giuria di esperti, tra cui la presidente del Parco Eleonora Frigerio, e a ciascuna delle prime 12 aziende classificate sarà dedicata una pagina sul calendario 2015.

 

MODALITA’ E TEMPI DI PARTECIPAZIONE

Non è previsto un costo di partecipazione ma, in base al regolamento, le Pmi vincitrici dovranno impegnarsi ad acquistare e distribuire 500 copie del calendario, con la possibilità di inserire anche il proprio logo. Le aziende interessate a devono inviare la domanda entro le 12:30 di venerdì 3 ottobre 2014, inclusa la presentazione delle buone prassi ecologiche portate avanti e del materiale fotografico.

 

PARCHI NATURALI, RISORSA PER L’ECONOMIA

I parchi naturali, con il loro mix di offerta paesaggistica, attività sportive e prodotti enogastronomici, rappresentano oggi un’importante risorsa per il sistema economico italiano. Lo ha confermato il report di Unioncamere e Ministero dell’Ambiente pubblicato a settembre 2014, secondo cui le imprese localizzate nelle aree del Paese soggette a tutela ambientale hanno una maggiore capacità di creare ricchezza e benessere.

 

 

In Italia ci sono 23 Parchi Nazionali e 152 Parchi Regionali. A queste aree bisogna aggiungere i territori dei 3.765 Comuni interessati dalla Rete Natura 2000 e le 29 aree marine protette. In totale sono oltre un milione le imprese coinvolte: più di 68 mila nei Parchi Nazionali, gestite soprattutto da giovani e donne; 300 mila quelle interessate dalla Rete Natura 2000, attive principalmente nel settore agricolo e in quello della ristorazione. Infine nelle 27 aree marine protette e due parchi sommersi lavorano quasi 52mila imprese, più sviluppati i settori dell’alloggio e ristorazione e delle attività sportive e ricreative. 

 

Federica Ionta

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.