Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Imprese in rosa: la carica di aziende e startup italiane

  1. Home
  2. What's next
  3. Imprese in rosa: la carica di aziende e startup italiane

Lo speciale di Energie Sensibili sull'imprenditoria femminile, raccontata dalle sue protagoniste: storie di idee vincenti e delle donne che le hanno realizzate

L'altra metà del cielo ha un peso sempre più crescente sull'imprenditoria italiana. Il numero, ma anche la qualità delle aziende e delle startup guidate da donne è in aumento: lo speciale si concentra proprio su questo aspetto. Storie e persone dietro idee vincenti, ma anche finanziamenti focalizzati sull'imprenditoria femminile. 

Marina Di Muzio, imprenditrice e presidente di Confagricoltura Donna, ci ha parlato del settore agroalimentare sempre più trainato da aziende femminili cresciute sia nel numero che nella qualità del loro lavoro. In vista dell'Expo 2015, il cui tema centrale è appunto l'alimentazione, le abbiamo chiesto come sta cambiando il ruolo dell'impresa femminile in questo campo. 

Del binomio donne-tecnologia ci parla Anna Sargian, managing director di Girls in Tech Italy, piattaforma da poco sbarcata dagli USA in Italia. Tra formazione, differenze con gli altri Paesi e barriere culturali Anna ci spiega come le imprese e le startup femminili siano una realtà in crescita, ma con ancora molta strada da percorrere in Italia.

Uno dei casi più interessanti in questo settore è Botteega, una piattaforma online dove è possibile acquistare prodotti alimentari a chilometro 0 direttamente da produttori, piccole botteghe e negozi. La startup, lanciata nel 2013 in Sardegna  da un team di giovani imprenditori, punta ad espandersi in tutta la penisola: ne abbiamo parlato con la co-founder Clara Lobina, inserita nella lista  delle 86 giovani imprenditrici italiane in startup digitali diffusa da Girls in Tech. 

Focus anche sulle iniziatie mirate ad incentivare e supportare queste realtà: Intesa Sanpaolo, ad esempio, ha stanziato un plafond di 600 milioni di euro con il Finanziamento Business Gemma, destinato alle pmi a partecipazione prevalentemente femminile, ma anche alle lavoratrici autonome e libere professioniste.