Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il ritorno a scuola si tinge di “green”, a partire dagli zaini

  1. Home
  2. My generation
  3. Il ritorno a scuola si tinge di “green”, a partire dagli zaini

Cresce l’attenzione dei giovani verso i temi della sostenibilità, e sono sempre di più i brand che dedicano la propria produzione o linee specifiche ispirate al rispetto per l’ambiente: a cominciare dall’utilizzo di materiali riciclati o naturali per borse e cartelle

Iniziare l’anno scolastico all’insegna dell’ecosostenibilità e del rispetto per l’ambiente, utilizzando ad esempio zaini e accessori il più possibile “plastic free”. Potrebbe essere questo un modo per dare un senso “green” al rientro in aula dopo una primavera all’insegna del lockdown per la pandemia da Covid-19 e a una ripartenza tra i banchi piena di incognite e preoccupazioni.
Che l’ecosostenibilità sia diventata uno dei temi all’ordine del giorno anche per chi produce materiali per la scuola è evidente per via del fatto che sono sempre di più i brand attenti a questo aspetto, che propongono ai bambini e ai ragazzi linee specifiche di prodotti non inquinanti o realizzati utilizzando materie riciclate.
Allo stesso tempo i ragazzi stanno progressivamente sviluppando una sensibilità sempre più alta verso il rispetto dell’ambiente, e sono sempre più orientati a scegliere con attenzione gli oggetti che utilizzano quotidianamente, come nel caso di zaini, astucci, penne e tutto il necessario per la scuola.

bambini-scuola.jpg

E se fino a qualche anno fa la produzione di zaini e materiale di cancelleria “green” era una nicchia occupata da pochi player specializzati, oggi anche molti dei brand più grandi e diffusi tra gli studenti di ogni ordine e grado hanno dato vita a linee di prodotto specifiche.
Adottando invece il punto di vista dello studente attento alla sostenibilità delle sue scelte; la prima cosa da dire è che i comportamenti più virtuosi sono sempre quelli ispirati alle “tre erre”: riduci, riusa e ricicla. Per chi al netto di questa considerazione avesse la necessità di comprare un nuovo zaino, o volesse passare a prodotti di cancelleria “green”, c’è ormai sul mercato un’ampia gamma di prodotti adatti a ogni esigenza.

ZAINI GREEN E DUREVOLI ANCHE PER I "TOP BRAND"

L’ideale per uno zaino “green” sarebbe di non essere utilizzato per un solo anno scolastico, ma di potersi rendere utile per un arco di tempo più ampio, e magari essere riutilizzato nel tempo anche da altri componenti della famiglia. Questo presuppone però che si tratti di un prodotto resistente all’usura e - se possibile - anche al cambiare delle mode, e quindi il meno possibile legato a fenomeni di costume “passeggeri”.
Al di là delle case specializzate che sono impegnate in questo campo da più tempo, anche i brand più famosi e distribuiti che operano nel campo degli accessori per la scuola, hanno nelle ultime stagioni sposato il green: è il caso ad esempio di Smemoranda, che ha dato vita al brand “S bag”, per una linea di borse ecologiche e zaini eco-sostenibili dal design italiano, caratterizzate dalla leggerezza, dalla resistenza e da una linea estremamente semplice. L’intera collezione è realizzata con materiali ecosostenibili ottenuti dal riciclo di bottiglie in Pet, che vengono polimerizzate e poi trasformate in filato da cui si producono i tessuti per l’esterno e la fodera. All’interno di ogni articolo, sull’etichetta, è indicato il numero di bottiglie in Pet riciclate per realizzare quel prodotto.

I BRAND STORICI E SPECIALIZZATI

Quella della plastica riciclata e del tessuto naturale è la strada scelta anche da Ecogear, specializzata dal 2006 nella realizzazione di borse a basso impatto ambientale per la scuola, il lavoro, il tempo libero e lo sport, con il motto di “salvare il mondo una borsa alla volta”. Per i più piccoli EcoGear ha realizzato lo zainetto “Ecozoo”, borsa per la scuola in fibre di tela e corda che provengono da coltivazioni biologiche di cotone e senza l’utilizzo di coloranti tossici né Pvc.

Una proposta dedicata principalmente ai bambini e al mondo della scuola è quella di Ergobag, casa tedesca fondata 10 anni fa a Colonia dall’idea di creare uno zaino per la scuola ispirato ai modelli utilizzati per il trekking, mettendo al primo posto la protezione della salute e dell’ambiente. Gli zaini di Ergobag sono così caratterizzati da:

  • design ergonomico, pensato per alleggerire la schiena del bambino e favorire una postura eretta,
  • sostenibilità, dal momento che gli zaini sono realizzati con tessuti ricavati al 100% da bottiglie in Pet riciclate,
  • unicità e sicurezza; sono infatti altamente personalizzabili e tutti dotati di materiale riflettente per essere più visibili.

Ispirati alla sostenibilità anche gli zaini “vintage” della linea Engel, creata da Sabien Engelenburg, insegnante e mamma, che ha dato vita a questo brand realizzando gli zaini per sua figlia utilizzando scampoli di stoffa riciclata. Ora vende su scala decisamente più ampia prodotti dal sapore “retrò” realizzati in materiale impermeabile ricavato dalle bottiglie in plastica riciclate, adatti per le elementari e per il tempo libero.

riempire-lo-zaino.jpg

I PRODOTTI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

Tra le possibilità di acquistare materiali per la scuola che rispettano l’ambiente c’è anche quella che viene dal fair trade, come ad esempio nel caso di Ecoutlet, che mette sul mercato zainetti e portapranzo per i più piccoli realizzati in plastica riciclata e carta riciclabile. A progettarli e realizzarli è una cooperativa filippina che si impegna a garantire ai propri dipendenti una ambiente di lavoro sano dal punto di vista igienico e una retribuzione equa.
Sempre in tema di prodotti equi e solidali c’è da segnalare anche lo zaino Elephant, che viene realizzato in Nepal utilizzando materiali riciclati, molto colorato ed estremamente funzionale per i più piccoli.

NON SOLO ZAINI: ECCO LA CANCELLERIA GREEN

Tra i marchi più noti del settore c’è anche Mans Italia, specializzato negli accessori per la cancelleria, come ad esempio gli astucci o i diari realizzati in juta, materiale ecologico, al 100% biodegradabile e riciclabile, gradevole al tatto e dall’aspetto semplice ed elegante. L’azienda nasce dall’idea di portare l’ecologia sulla scrivania di tutti, dai professionisti agli studenti, producendo quindi soluzioni per la grande distribuzione organizzata. Tra queste sono in catalogo le penne in bambù, i quaderni con carta riciclata e proveniente da foreste controllate, e i prodotti hi-tech realizzati con materiali sostenibili.

kit-per-la-scuola.jpg