Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Google, Unioncamere e Cna alla riscoperta del Made in Italy

  1. Home
  2. What's next
  3. Google, Unioncamere e Cna alla riscoperta del Made in Italy

“Eccellenze in digitale” è il portale creato dal motore di ricerca che celebra i prodotti italiani e incentiva la digitalizzazione delle piccole e medie imprese

Riuscite a trovare il filo che lega la liquirizia calabrese, i merletti di Ascoli Piceno o il tessile biellese al web e all'imprenditoria 2.0? Googlel'ha fatto e il risultato è “ Made in Italy: eccellenze in digitale". Dal 2013 il colosso dei motori di ricerca, attraverso il Google Cultural Institute, ha realizzato la piattaforma che celebra e incentiva le eccellenze manifatturiere, agroalimentari, artigianali italiane. Alcune di queste sono conosciute a livello mondiale, come il pomodoro Pachino o la nocciola piemontese, ma la maggior parte sono depositarie di una cultura e di una tradizione antica, che le rendono tipicità uniche, ma spesso sconosciute al di là del territorio di origine.

 

ALLA RISCOPERTA DEL MADE IN ITALY 

"Se il Made in Italy non va sul web, allora il web va nei territori del made in Italy” è il motto che campeggia sul portale un'iniziativa itinerante in collaborazione con Symbola, l'Università Ca' Foscari di Venezia, insieme al Cna(Conferazione nazionale artigianato e della Piccola e media impresa) e Coldiretti. Un viaggio lungo lo stivale per incontrare e far incontrare piccole e medie imprese, conoscere le eccellenze del Made in Italy nei luoghi in cui nascono e spiegare agli imprenditori i benefici che la rete può apportare al loro lavoro attraverso esperti, ma soprattutto “colleghi”, casi aziendali virtuosi che hanno visto crescere il proprio volume di affari tramite una maggiore digitalizzazione dell'impresa. Cna e Coldiretti fungono quasi da intermediari tra realtà poco digitalizzate e quelle più inserite nella rete, mettendole in contatto e creando successivamente momenti Business to Business. Il Tour, ancora in progress, ha fatto la sua prima tappa il 30 maggio a Bologna, spostandosi il 19 giugno a Firenze il prossimo appuntamento sarà a Siracusa il 19 settembre.

 

DIGITALIZZARE LE IMPRESE

Ma cosa significa digitalizzare un'impresa? E quali vantaggi può portare?  "E' un processo che coinvolge diversi aspetti, alcuni dei quali diamo per scontati come l'e-commerce e l'e-banking, ma non tutte le Pmi ne fanno uso – spiega a Energie Sensibili Luca Iaia del Cna – E' importante soprattutto la visibilità che tante piccole realtà non hanno, e lo storytelling necessario a farsi conoscere". Un gap digitale che penalizza una fetta non trascurabile del Made in Italy e che, secondo Iaia, non è imputabile solamente ad un fattore anagrafico o di infrastrutture carenti (che hanno comunque un peso enorme) ma soprattutto a una cultura imprenditoriale poco incline al cambiamento.   

 

104 BORSE DI STUDIO PER I GIOVANI 

Cambiamento che si cerca di apportare attraverso i giovani: Google e Unioncamere hanno messo in palio 104 borse di studio per altrettanti laureandi e neo laureati, che avranno l'obiettivo di presidiare per sei mesi i distretti industriali loro assegnati e accompagnare le aziende locali in un processo di digitalizzazione. Le piccole e medie imprese interessate possono seguire gratuitamente sul portale di eccellenze in digitale un percorso formativo ricco di consigli pratici per utilizzare il web come mezzo di sviluppo di business.


@MarioLuongo6


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter