Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Forno, sette istruzioni per il risparmio

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Forno, sette istruzioni per il risparmio

Utile, per molti praticamente indispensabile. Impariamo come risparmiare energia cucinando con il forno

 Pollo, patate, lasagne e dolci di tutti i tipi. Pietanze gustose che possiamo cucinare nel forno di casa nostra. Applicando qualche piccolo accorgimento possiamo fare anche una cortesia all’ambiente risparmiando una quota sensibile dell’energia elettrica o del gas che questo elettrodomestica consuma. 


CLASSE ENERGETICA – Per risparmiare energia è molto importante acquistare un modello di classe energetica elevata. Questi apparecchi sono efficienti da tutti i punti di vista.

TECNOLOGIA – I forni di ultima generazione posseggono sistemi di controllo dell’erogazione del calore che riescono a tagliare i consumi, mantenendo la capacità di cottura.

ISOLAMENTO – Un forno di alta qualità deve disperdere il minor calore possibile durante il funzionamento. È importante informarsi bene prima dell’acquisto oppure effettuare la manutenzione necessaria, quando serve.

VENTILAZIONE – Gli apparecchi che riescono a distribuire il calore in maniera più uniforme all’interno del vano, riescono a cucinare in meno tempo ma tagliando i consumi di energia anche del 30 per cento rispetto a un forno di uguale classe energetica ma senza ventilazione.

APRIRE CON CAUTELA – Spalancare il portello mentre il forno è in funzione vuol dire disperdere di colpo una grande quantità di energia. Per quanto possibile, osserviamo la cottura dall’esterno. Torte e soufflé saranno più buoni!

IL CALORE SI CONSERVA – Essere dei buoni cuochi significa anche conoscere alla perfezione i tempi di cottura delle ricette. Sapendo che il forno mantiene la temperatura impostata per qualche tempo anche dopo aver disattivato l’alimentazione, possiamo anticipare lo spegnimento dell’apparecchio lasciando che l’energia già impiegata finisca di cuocere la pietanza.

PULIZIA – Rimuovere tutti i residui di cibo o di grasso dalle pareti e dalle aperture delle prese d’aria, oltre ad avere ovvie motivazioni di ordine igienico, contribuisce a risparmiare energia. Al momento dell’accensione, un forno pulito raggiunge la temperatura desiderata consumando molta meno energia di un apparecchio sporco.


Si tratta di semplici consigli che possono fare la differenza nel campo degli sprechi di energia in cucina, una delle stanze della nostra casa in cui è possibile fare davvero molto per aiutare l’ambiente a soffrire meno l’influenza delle attività umane

 


 

FONTI: