Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Forno: 5 consigli pratici per risparmiare sulla bolletta - VIDEO

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Forno: 5 consigli pratici per risparmiare sulla bolletta - VIDEO

Il risparmio inizia già dalla scelta dell’apparecchio che, se ventilato e di classe energetica elevata, vi farà consumare meno energia

Mentre cuocete pollo e patate al forno, vi chiedete mai quanta energia state consumando? E soprattutto se state utilizzando al meglio le potenzialità dell’apparecchio per poter risparmiare sulla bolletta? Seguendo alcuni piccoli consigli potete permettervi di continuare a godere del buon sapore di ottimi cibi gustosi, risparmiando lo stesso sui consumi fatturati nella bolletta elettrica.

 

PENSATE ALL’ACQUISTO PIÙ EFFICIENTE

Prima di iniziare a consigliarvi qualche piccolo trucco per poter risparmiare sulla bolletta elettrica partiamo con il fare l’acquisto giusto. Avere in casa un forno più efficiente vi permetterà di conseguenza di risparmiare sulla bolletta. Per scoprire se quel tipo di apparecchio può consumare meno energia elettrica e, quindi, risultare più sostenibile, è sufficiente controllare l’etichetta energetica.

Per aiutare nella scelta chi acquista un nuovo elettrodomestico, l’Unione Europea ha deciso di suddividere la categoria in etichette di classi energetiche, che devono essere obbligatoriamente ben visibili su ogni apparecchio.

Ma che significato ha la classe energetica degli elettrodomestici? La direttiva 92/75/CEE dell’Unione Europea del 1992 ha stabilito un’etichettatura per indicare l’efficienza energetica degli apparecchi che vengono utilizzati in casa. Ogni tipo di elettrodomestico viene etichettato in base ad una “Classe di consumo energetico”, ovvero una scala che fa riferimento a valori medi europei. Le classi vanno dalla “A” (bassi consumi) a “G” (alti consumi). Sull’etichetta, oltre a trovare la lettera che specifica la classe di consumo, viene indicato anche un colore: verde per gli apparecchi più efficienti e rosso per i meno virtuosi.

 forno.jpg

SCEGLIERE UN FORNO VENTILATO

Se stato comprando un nuovo forno, oltre a controllare la classe energetica, prestate molta attenzione alla tecnologia che usa. Vi consigliamo soprattutto di scegliere un forno ventilato di ultima tecnologia. Gli apparecchi che riescono a distribuire il calore in maniera più uniforme all’interno del vano, riescono a cucinare in meno tempo. Questo si traduce in consumi energetici minori: circa 30% in meno rispetto a un forno di uguale classe energetica ma senza ventilazione.

 

RIDURRE AL MINIMO L’APERTURA DELLO SPORTELLO

Veniamo ai consigli pratici di utilizzo che permettono di risparmiare. Il primo in assoluto è quello di evitare la dispersione del calore del forno. Come? Aprendo il meno possibile lo sportello del forno. In questo modo l'aria fredda esterna non entra nel vano e si consuma meno quantità di energia, necessaria a mantenere la temperatura.

risparmire con il forno.jpg 

SPEGNERE IL FORNO PRIMA DI COMPLETARE LA COTTURA  

Il forno riesce a mantenere la temperatura impostata per qualche tempo anche dopo averlo spento. Quindi, usate a vostro favore questa sua capacità. Vi consigliamo di anticipare lo spegnimento dell’apparecchio lasciando che l’energia già impiegata finisca di cuocere il cibo che avete infornato.

 

PULIRE IL FORNO SPESSO

Come molte parti della casa, anche il forno richiede una pulizia adeguata. Rimuovere tutti i residui di cibo o di grasso dalle pareti e dalle aperture delle prese d’aria contribuisce a risparmiare energia. Al momento dell’accensione, un forno pulito raggiunge la temperatura desiderata consumando molta meno energia di un apparecchio sporco.