Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Fondo di Garanzia Pmi, al via l’accesso per le libere professioniste

  1. Home
  2. What's next
  3. Fondo di Garanzia Pmi, al via l’accesso per le libere professioniste

In totale, sono messi a disposizione ben 20 milioni di euro, il 50% dei quali riservato alle imprese. Per usufruire del bonus bisogna inviare la documentazione al MedioCredito Centrale

Buone notizie per le donne libere professioniste. Sarà infatti accessibile anche a questi soggetti la Sezione speciale del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese. A stabilire l’estensione degli interventi agevolativi è la circolare numero 11 del 2015 del MedioCredito Centrale, che prevede la possibilità di accedere ai finanziamenti non solo per le imprese rosa e a quelle che presentano operazioni a valere sul Pon e sul Poi.

 

I REQUISITI PER PRESENTARE LA DOMANDA

Requisito di base per presentare la domanda per il bonus è l’iscrizione ad un ordine professionale oppure l’adesione ad una associazione regolarmente inserita nell’apposito elenco predisposto dal Ministero dello Sviluppo economico.

Il fondo della sezione speciale prevede un totale di 20 milioni di euro, dei quali il 50% è destinato alle imprese. Il credito è concesso a imprese e liberi professionisti grazie alla garanzia fino all’80% di qualsiasi operazione finanziaria finalizzata all’attività delle stesse, fino ad un massimo di 2,5 milioni di euro per ciascun soggetto imprenditoriale. L’obiettivo della misura è quello di consentire loro l’accesso al credito, difficile da ottenere se non si dispongono delle necessarie assicurazioni.

 

Per appronfondire: Cresce il tasso di aziende rosa in Italia

 

LA NOVITÀ PREVISTA DALL’ATTO AGGIUNTIVO ALLA CONVENZIONE DEL 2013

La novità in questione è stata prevista dall’atto aggiuntivo alla Convenzione del 14 marzo 2013, sottoscritto a dicembre dell’anno successivo dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari opportunità, dal Ministero dello Sviluppo economico e da quello dell’Economia. Il Fondo era infatti già operativo, a partire da gennaio 2014, per le micro, piccole e medie imprese guidate da donne.

Tra i vantaggi previsti, la possibilità di prenotare direttamente la garanzia, la priorità di istruttoria e delibera, l’esenzione dal versamento della commissione una tantum al fondo stesso e la copertura fino all’80% sulla maggior parte delle operazioni.

 

Leggi anche: Imprese in rosa: la carica di aziende e startup italiane

COME INVIARE LA DOMANDA PER OTTENERE I FINANZIAMENTI

 Per poter richiedere i finanziamenti è necessario presentare la documentazione e l’apposito modulo al soggetto gestore, e cioè il MedioCredito Centrale, sia mediante raccomandata che via telematica tramite indirizzo di posta certificata. Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l’impresa può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi), che dovrà a sua volta presentare richiesta di conferma della garanzia entro tre mesi dalla data di delibera dell’ente incaricato di avviare la pratica.