Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Fisco e imprese: la tracciabilità elettronica sostituirà gli scontrini

  1. Home
  2. What's next
  3. Fisco e imprese: la tracciabilità elettronica sostituirà gli scontrini

Dall’audizione in Parlamento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate alcune anticipazioni sui contenuti della Legge di Stabilità

Meno scontrini e più pagamenti elettronici. È questo uno dei punti chiave dell’intervento del direttore dell’Agenzia delle entrate Rossella Orlandi alla Commissione Finanze della Camera dei deputati. Focus dell’audizione di giovedì 6 novembre è stato il contrasto all’evasione fiscale, con particolare attenzione a temi come le frodi, gli illeciti internazionali, l’elusione e la tracciabilità dei pagamenti.

“L’attuazione della delega (con riferimento alla Legge di Stabilità, ndr) comporta la revisione del sistema tributario con l'obiettivo di individuare, in tempi rapidi, soluzioni alle esigenze di semplificazione e certezza dell’agire amministrativo”, ha premesso Orlandi. Via quindi alcuni strumenti oggi utilizzati, ma che si sono rivelati inefficaci – come i misuratori fiscali e le ricevute fiscali – mentre si vuole incentivare l’utilizzo della fatturazione elettronica. Obiettivo, come sottolineato dal direttore dell’Agenzia delle entrate: “minori oneri per le imprese ed il progressivo abbandono di controlli massivi sul territorio da parte dell’amministrazione finanziaria”.

 

MODIFICHE AGLI STUDI DI SETTORE

L’intervento di Orlandi ha affrontato anche altri temi che riguardano le imprese minori, sul cui comparto, si è detto, “è in corso una profonda riflessione”. “E’ necessario – ha sottolineato Orlandi – sia favorire la semplificazione degli adempimenti e la conseguente correttezza dei comportamenti fiscali, sia modernizzare gli studi di settore in funzione del rafforzamento della compliance e di una diversa e moderna relazione tra fisco e contribuenti, per ricostruire un rapporto di fiducia”.

Il direttore ha citato anche la Legge di Stabilità, ricordando come la categoria dei “contribuenti minimi” può beneficiare di adempimenti fiscali agevolati. “La semplificazione riguarda sia la tenuta delle scritture contabili che l’adempimento dichiarativo, che vanno di pari passo con l’introduzione di un regime impositivo di particolare favore, in considerazione della ridotta capacità di produzione del reddito”.

 

(Foto: Forum PA su Flickr)

 

Federica Ionta

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.