Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Efficienza: scade il 5 dicembre il termine per l’audit - VIDEO

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Efficienza: scade il 5 dicembre il termine per l’audit - VIDEO

Ultimi giorni per le grandi aziende e per le energivore per effettuare la diagnosi energetica da presentare all’ENEA

Il 5 dicembre è il termine ultimo, stabilito dal decreto 102/2014, entro il quale le grandi aziende e le energivore devono effettuare una diagnosi energetica per ognuno dei propri siti produttivi. Gli audit dovranno poi essere inviati all’ENEA entro il 22 dicembre.  Il decreto prevede sanzioni per chi non rispetterà tale scadenza o per chi presenterà una diagnosi non conforme agli standard qualitativi previsti.

“Attualmente le aziende italiane non sembrano ancora pronte ad investire le risorse necessarie ad una diagnosi energetica profonda dei propri processi produttivi”. È quanto sottolineato ad Energie Sensibili  da Andrea Marchegiani, direttore tecnico del SED – Soluzioni per Energia e Diagnostica  che è uno Spinoff della Sapienza Università di Roma.

“Moltissime imprese del Paese– continua Marchegiani – oggi vedono nella scadenza del 5 dicembre più un obbligo di legge che un’opportunità. I nostri dati ci dicono invece che un buon sistema di gestione dell’energia può garantire un risparmio fino al 5% senza  neanche investire nell’ammodernamento degli impianti”.

 

APPROCCI E OBIETTIVI DEL SED

L’obiettivo del SED è fornire alle aziende, in particolare alle PMI, consulenza e soluzioni avanzate di gestione dell’energia che vanno al di là del semplice monitoraggio. “In quanto Spinoff accademico – spiega Marchegiani -  il SED è costituito da un team di ricercatori in grado di effettuare trasferimento tecnologico con quel “time to business” che l’università può non avere perché focalizzata sulla didattica e sulla ricerca di punta. Il nostro obiettivo è permettere alle imprese di elaborare degli EnPI (indici di performance energetica) che le aiutino a rendere sempre più efficienti tutti i processi produttivi”.