Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus, in arrivo la proroga al 2016 per gli incentivi

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Ecobonus, in arrivo la proroga al 2016 per gli incentivi

La nuova Legge di Stabilità include le detrazioni fiscali del 65% e del 50% per gli interventi negli edifici, le ristrutturazioni e l'acquisto di mobili

La detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici è estesa fino al 31 dicembre 2016. La proroga è valida anche per l'agevolazione del 50% in merito alle ristrutturazioni e l'acquisto di mobili. È quanto prevede la nuova Legge di Stabilità, approvata dal Senato e ora al vaglio della Camera.

 

DETRAZIONE DEL 65%

La detrazione fiscale del 65%, nota anche come Ecobonus, si applica fino a un massimo di 100mila euro per le spese spese sostenute a favore della riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, e fino a 60mila euro per il miglioramento termico degli edifici per finestre, infissi, coibentazioni e pavimenti. È di 60mila euro il tetto massimo deducibile per l'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, di 30mila euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, inclusi quelli dotati di generatore di calore alimentati da biomasse combustibili, e di 60mila euro per l'acquisto e la posa in opera delle schermature solari.

 

EFFICIENZA ENERGETICA E IDRICA

La proroga dei bonus fiscali è estesa anche per gli interventi di ristrutturazione ed efficienza energetica e idrica. Nella definizione delle misure e degli incentivi è compresa anche l'installazione di impianti di depurazione delle acque contaminate dall'arsenico, nei soli Comuni dove è stato rilevato il superamento del limite massimo stabilito dall'Organizzazione mondiale della Sanità.
Rientrano nella proroga anche gli interventi per le schermature solari, la micro-cogenerazione e la micro-trigenerazione a favore dell'efficienza energetica, i lavori per la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici e le misure antisismiche.

 

DETRAZIONE DEL 50%

Tutti gli interventi volti al recupero del patrimonio edilizio possono usufruire della detrazione del 50%, fino a un massimo di 96mila euro per unità immobiliare, relativamente ai costi sostenuti dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016 e regolarmente documentati.
La misura è applicabile per i lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, e ristrutturazione edilizia. Sono inclusi anche gli interventi di ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi, l'eliminazione delle barriere architettoniche, il contenimento dell'inquinamento acustico, il conseguimento dei risparmi energetici e la bonifica dell'amianto.

 

ACQUISTO DI MOBILI

Anche la detrazione fiscale del per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici è estesa fino al 31 dicembre 2016. Per chi usufruisce dell'aiuto per gli interventi di ristrutturazione è concessa una deducibilità del 50%, fino a un massimo di 10mila euro, per l'acquisto di mobili finalizzati all'arredo della struttura.