Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus 2016: detrazione fiscale del 65% anche per la domotica

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Ecobonus 2016: detrazione fiscale del 65% anche per la domotica

L’installazione di strumenti di misurazione e controllo potrà beneficiare degli incentivi. Novità importanti anche per i condomini

L’Ecobonus nel 2016 allarga il proprio campo di azione. Le detrazioni fiscali del 65%, infatti, coprono anche le spese per l’installazione di impianti di domotica: strumenti di controllo da remoto degli apparecchi di riscaldamento e di monitoraggio dei consumi. Altra importante novità, oltre alla stessa proroga per tutto il 2016 che avevamo già annunciato, la possibilità per i condomini di realizzare i lavori pagandone una parte attraverso la cessione della quota di detrazione.

 

ECOBONUS 2016, LE DETRAZIONI PER LA DOMOTICA

Fra le misure previste dall’Ecobonus 2016, come accennato, anche l’installazione di sistemi domotici. A godere della detrazione del 65% gli impianti di riscaldamento, produzione dell’acqua calda e climatizzazione che rispondono a specifici requisiti. In particolare, questi strumenti devono essere controllabili da remoto (accensione, spegnimento e programmazione), devono mostrare i consumi energetici, la temperatura di regolazione e fornire report periodici.

 

CONDOMINI, LE NUOVE REGOLE

Una novità importante dell’Ecobonus 2016 riguarda le modalità di pagamento nel caso di lavori sulle parti comuni dei condomini. Questi ultimi, infatti, quanto non hanno a disposizione l’intera somma necessaria per pagare i lavori di riqualificazione energetica, possono cedere la loro quota di detrazione alle imprese che eseguono i lavori. A loro volta, le aziende dovranno scontare il prezzo finale di una somma corrispondente.

Altra informazione utile per chi abita in condominio riguarda la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale autonomi con impianti centralizzati. Anche questi lavori, purché sia possibile il monitoraggio dei consumi, sono coperti dalle detrazioni fiscali.

 

ECOBONUS, GLI ALTRI INTERVENTI AMMESSI

Oltre all’installazione di impianti di domotica e ai lavori sulle parti comuni dei condomini, la detrazione fiscale del 65% è concessa anche per interventi strutturali: lavori di riqualificazione energetica, quelli su coperture, finestre, infissi, pavimenti e strutture opache verticali.

Godono delle detrazioni anche le installazioni di pannelli solari per il termico (produzione di acqua calda) e la sostituzione di sistemi di riscaldamento con caldaia a condensazione (purché sia messo a punto il sistema di distribuzione), pompe di calore e impianti geotermici. Coperta dall’Ecobonus anche la sostituzione di scaldabagni con sistemi a pompa di calore.