Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Differenziata e aria pulita: in Italia si vive meglio al Nord -FOTO

  1. Home
  2. Life
  3. Differenziata e aria pulita: in Italia si vive meglio al Nord -FOTO

La 21esima edizione di "Ecosistema Urbano" ha stilato una classifica dei capoluoghi di provincia con la migliore vivibilità. Sul podio Verbania, Belluno e Bolzano

E' stata presentata oggi la 21esima edizione di Ecosistema Urbano, il rapporto di Legambiente sulla vivibilità dei capoluoghi di provincia italiani. La ricerca è stata condotta su 104 città, utilizzando 18 indicatori di base: tre indici sulla qualità dell'aria (concentrazioni di polveri sottili, biossido di azoto e ozono) due sul trasporto pubblico (offerta e utilizzo effettivo della popolazione) tre sulla gestione delle acque (consumi, dispersione della rete e depurazione), due sui rifiuti (produzione e raccolta differenziata), cinque sulla mobilità (tasso di motorizzazione auto e moto, modale share, indice di ciclabilità e isole pedonali), uno sull’incidentalità stradale, due sull’energia (consumi e diffusione rinnovabili). 

Nonostante il confronto con le colleghe europee risulti comunque impari, i segnali positivi sono da leggere come un'occasione per migliorare: "La discussione nel paese sta ripartendo, complice il dibattito sui fondi strutturali e le questioni aperte dalla istituzione delle città metropolitane - ha dichiarato il presdiente di Legambiente Vittorio Cogliati Dreazza - Al suo ventunesimo anno, Ecosistema Urbano ripete con l'evidenza che c'è bisogno di una strategia positiva di trasformazione delle città".

In base ai 18 indicatori è stata stilata una classifica delle città in cui si vive meglio: ecco le prime cinque. 

 

1 POSTO: VERBANIA 

(Vista dal Lago Maggiore

 Con l'85,61% del punteggio finale Verbania è la prima classificata: merito del basso tasso di inquinamento atmosferico 

 

2 POSTO: BELLUNO 

Belluno ha ottenuto ottimi risultati in quasi tutti gli indicatori: la produzione di rifiuti, ad esempio, si attesta a  383,8 chili per abitante all’anno, mentre la raccolta differenziata arriva al 70,6% sul totale. 

 

3 POSTO: BOLZANO 

 A Bolzano le politiche di mobilità adottate dal comune sono riuscite a limitare gli spostamenti motorizzati privati al di sotto di un terzo degli spostamenti complessivi. Inoltre ha migliorato il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti passando dal 46% dello scorso anno al 54,8% di questa edizione. 

 

4 POSTO: TRENTO 

(Castello del Buon Consiglio)

 Trento presenta una bassa soglia di polveri sottili nell'aria e buoni risultati alla voce "totale di rifiuti raccolti - percentuale di raccolta differenziata". E' anche il capoluogo che conuma meno energia elettrica, con 896 kWh per abitante

 

5 POSTO: PORDENONE 

(Piazza San Marco

 Con il 68,04% del punteggio totale, Pordenone apre la top 5 dei capoluoghi italiani. Il comune friulano ha raggiunto il miglior punteggio negli inidici di raccolta diferenziata con l'81,16% dei rifiuti sul totale. 

 

Mario Luongo 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.